QR code per la pagina originale

Anche Baidu si fa il proprio browser

Baidu sta lavorando allo sviluppo di un browser dedicato all'utenza cinese. Attualmente in versione beta, sarà rilasciato nei prossimi mesi.

,

Baidu, motore di ricerca numero uno in Cina, si tuffa nel mondo dei browser: una nuova area del sito ufficiale del gruppo è stata creata per l’occasione, sponsorizzando il software per la navigazione in Rete il cui scopo è quello di permettere agli utenti cinesi una navigazione sicura, priva di rischi e arricchita da una serie di applicazioni utili.

Dotato di un’interfaccia grafica che ricorda molto da vicino quella realizzata dagli ingegneri Google per Chrome, il browser ufficiale di Baidu è attualmente in versione sperimentale ma può essere tuttavia scaricato dagli utenti per iniziare a tastare il polso ad un progetto che ha l’obiettivo di rivoluzionare la navigare in Cina, proponendo una soluzione fatta in casa piuttosto che software realizzati da aziende appartenenti ad altre nazioni.

Nell’ultimo aggiornamento gli sviluppatori hanno inoltre introdotto un sistema per la gestione di applicazioni all’interno del browser, con oltre 30.000 app già disponibili per l’installazione ed accessibili in un semplice click: i settori coperti coprono un ampio ventaglio di possibilità, permettendo agli utenti di avere a disposizione validi software direttamente dentro il proprio browser. La barra degli indirizzi, come già accade anche in Google Chrome, può essere utilizzata sia per collegarsi a nuove pagine che per effettuare ricerche rapide sul motore di Baidu.

Al momento non è nota una data ufficiale per il rilascio della prima versione stabile del browser, il quale potrà trovare terreno fertile in Cina grazie al dominio di Baidu nella ricerca entro i confini del paese asiatico, ove il 76% degli utenti preferisce infatti tale motore di ricerca al più acclamato Google, la cui presenza in Cina risulta sempre più debole. Nei prossimi mesi Baidu potrebbe dunque iniziare a registrare numeri di sicuro valore, diventando uno dei poli più importanti nel mondo dei browser nonostante la sua utenza rimanga confinata entro il territorio cinese.

Fonte: Baidu • Via: PCWorld • Notizie su: