QR code per la pagina originale

Google plus: i videoritrovi pubblici sono geniali

Tutti parlano delle cerchie, ma sono i videoritrovi uno strumento eccezionale di Google plus. Aziende e giornalisti possono trasformarlo in veri eventi.

,

Tutti parlano delle cerchie, uno strumento su cui punta molto Google plus, essendo l’amicizia la vera benzina di ogni social network. Forse però, col tempo, si capirà che il vero strumento geniale sono i videoritrovi: negli USA sono già utilizzati da aziende e giornali.

I videoritrovi sono lo strumento che ha accelerato il matrimonio fra Facebook e Skype, che hanno risposto con la videochat – che però ha alcuni limiti – e si distingue per la facilità d’uso.

È talmente vero, che negli Stati Uniti ci sono già esperienze (in sole due settimane) di grandi aziende che hanno organizzato happening ed eventi attraverso hangouts pubblici. Mashable racconta anche di come i giornalisti stanno imparando a usare proprio i videoritrovi per dibattiti pubblici, o a invito (ma di larga partecipazione) che in poco tempo faranno sembrare le chat in diretta un reperto archeologico del rapporto fra lettore e testata online.

Questa abitudine si sta diffondendo così velocemente che Google non ha ancora pensato di sfruttarla tecnologicamente: non esiste infatti un motore interno per cercare videoritrovi pubblici.

Siccome il Web nasce proprio per dare sfogo alle libere soluzioni dei bug di ogni sito e sistema, è già stato inventato il motore dei videoritrovi, all’indirizzo gphangouts.com, che permette di seguire o anche creare un videoritrovo pubblico, con tanto di data e argomento. Ma ha un’ottica americana. Sarebbe bello vedere qualcosa di simile da noi: cervelloni, siete invitati.

Social Hangouts su Facebook

Facebook, d’altra parte, non ha fatto meglio, perché non ha pensato di sfruttare socialmente la videochat, pensandola soltanto come strumento interno tra amici di un gruppo, ma esiste un’applicazione, Socialhangouts che permette di creare videochat per più di 20 persone alla volta.

Forse il vero strumento killer del 2011, capace di mettere assieme attrattiva commerciale ed evento mediatico, è proprio questo.

Notizie su: ,