QR code per la pagina originale

OS X Lion, la modalità Internet Recovery

,

OS X Lion è stato reso pubblico ieri ed è già un vero successo per Apple. Le recensioni della rete sono assolutamente entusiastiche e, non ultimo, il giudizio degli utenti su Mac App Store è più che positivo. Complici la facilità d’uso, le nuove gesture che velocizzano le operazioni quotidiane, Launchpad, il salvataggio automatico e molte altre funzioni, rimangono pochi dubbi sul nuovo sistema operativo di Cupertino. Fra questi, tuttavia, un quesito decisamente annoso: come installare Lion su un computer dotato di hard disk vergine?

Come ormai noto, Lion crea una partizione nascosta sul disco fisso, dove vengono salvati i file di ripristino in caso si volesse reinstallare da capo il sistema. Ma prerequisito per questa operazione è che sull’hard disk stesso OS X 10.7 almeno una volta sia stato scaricato e installato. In caso fosse necessario cambiare il disco per guasto, o per passare a dimensioni storage maggiori, ci si trova di fronte a un problema di apparente impossibile risoluzione.

Uno stratagemma Apple l’ha fornito nei nuovi MacBook Air e Mac Mini e chissà che in futuro non venga esteso anche ai vecchi modelli delle linee laptop e desktop. Si chiama Internet Recovery e parte automaticamente all’avvio quando il sistema riconosce un disco totalmente vuoto. Con il requisito di una connessione Internet attiva, la feature procede allo scaricamento di Lion direttamente dai server Apple per poi passare alla prima installazione. Inoltre, in caso il computer in uso fosse originariamente stato acquistato con Lion preinstallato, Apple garantirà anche il download gratuito della suite iLife.

Come facile intuire, Internet Recovery è una funzione integrata nel firmware del computer, perché ovviamente non può essere contenuta su un hard disk vergine. Non è dato sapere, tuttavia, se Cupertino fornirà un aggiornamento anche per i computer da diversi mesi in commercio o ormai fuori produzione ma comunque compatibili con Lion. Nel frattempo, chi non possiede un nuovo MacBook Air o un Mac Mini dovrà accontentarsi di reinstallare Snow Leopard, aggiornarlo alla versione 10.6.8 e poi procedere al download di Lion da Mac App Store. I più temerari possono invece tentare l’installazione da chiavetta USB, mentre i più facoltosi possono attendere la Lion Key ufficiale che dovrebbe essere commercializzata ad agosto ad un prezzo di 70 dollari.

Notizie su: