QR code per la pagina originale

Gmail Man, video parodia di Microsoft

,

Le ultime strategie di marketing delle aziende più note prevedono l’utilizzo di video per screditare una diretta concorrente, in maniera più o meno divertente. Durante la conferenza MGX dedicata al settore enterprise, Microsoft ha mostrato una parodia con la quale viene fatto un confronto tra Office 365 e i servizi della rivale, in particolare Google Apps e Gmail. Il protagonista del video è Gmail Man, un postino che ha la cattiva abitudine di “ficcare il naso” nella corrispondenza delle persone.

Poche ore prima dell’annuncio di Office 365, Google aveva pubblicato sul suo blog un post in cui venivano indicate alcune ragioni per preferire Google Apps. Microsoft quindi ha voluto rispondere con questo video, da cui si ricava un chiaro messaggio: Google si preoccupa più dei ricavi pubblicitari che della privacy.

Come tutti i servizi gratuiti offerti dall’azienda di Mountain View, anche Gmail è basato sulla pubblicità. Microsoft ha voluto evidenziare che Google legge il contenuto della casella di posta elettronica per individuare le keyword più frequenti, che poi verranno utilizzate per “confezionare” banner pubblicitari sulla base delle preferenze dell’utente. Microsoft invece offre il servizio Office 365 a prezzi più alti di Google Apps proprio perché non sfrutta l’advertising per generare profitti.

Aggiornamento: un portavoce di Google ha dichiarato che le affermazioni nel video di Microsoft sono inesatte: in Google Apps è possibile disattivare l’advertising.

Notizie su: