QR code per la pagina originale

Office 15, il futuro è in JavaScript e HTML5

Un'offerta di lavoro di Microsoft svela la volontà del gigante informatico di sviluppare il prossimo Office con l'apporto di HTML5 e JavaScript.

,

Microsoft ha già reso nota l’intenzione di sviluppare applicazioni mobili utilizzando i linguaggi HTML5 e JavaScript per il nuovo sistema operativo Windows 8. Allo stesso modo, in base alle offerte di lavoro Microsft scovate da ZDNet, il gigante di casa Redmond, potrebbe pianificare qualcosa di simile anche per Office 15, il successore dell’ultima suite Microsoft, Office 2010 (Office 14).

In precedenza, Microsoft aveva richiesto agli sviluppatori interessati nella programmazione di Office l’utilizzo di Visual Basic per Applicazioni (VBA) e Visual Studio Tools per Office (VSTO). Con Office 15, sembra proprio che Microsoft voglia puntare su di una nuova generazione di strumenti di sviluppo, che si concentreranno su JavaScript e HTML5. Questi strumenti hanno come bersaglio anche Office 365 e SharePoint. È comunque improbabile che Microsoft manderà subito in pensione VBA e VSTO, o qualsiasi altro tool di programmazione per Office.

Ecco un interessante stralcio tratto dall’inserzione lavorativa di Microsft, che evidenzia la volontà della società di ammodernare la programmazione della sua suite attraverso gli strumenti HTML5 e JavaScript:

Ora è il momento di portare la programmabilità di Office ad un livello superiore. Siamo una piccola ma forte squadra all’interno del team Visual Studio, che è attualmente in fase di pianificazione di nuovi strumenti di programmazione per Office 15. Uno dei nostri obiettivi principali è quello di consentire agli sviluppatori professionisti di contribuire alla piattaforma Office facendo del suo sviluppo un lavoro semplice e divertente proprio come lo è anche lo sviluppo delle applicazioni per la prossima versione di Windows. L’integrazione di JavaScript/HTML5 consentirà agli sviluppatori di creare applicazioni ricche che comprenderanno client e server, si integreranno con Office 365, miglioreranno l’esperienza di SharePoint e sbloccheranno nuovi scenari che permetteranno di sfruttare il grande potenziale insito nella combinazione Office-Cloud.

Fonte: ZDNet • Via: Techspot • Notizie su: