QR code per la pagina originale

Google, gli annunci irregolari costano 500 milioni

Google concorda con il DOJ una sanzione da 500 milioni di dollari per gli annunci USA relativi all'importazione illegale di farmaci dal Canada.

,

Google ha firmato un accordo con il Department of Justice statunitense: con 500 milioni di dollari di penale il gruppo pone fine alle investigazioni relative alle accuse sulle pubblicità che il mondo farmaceutico USA ha contestato al gruppo. Gli eventi sono noti: agli utenti USA venivano mostrati annunci con i quali si promuoveva l’acquisto di prodotti farmaceutici dal Canada, il tutto al di fuori della legalità e dalle normative previste dalla sanità statunitense.

La Borsa non ha reagito in alcun modo all’annuncio e Google chiude la giornata in attivo nonostante la forte sanzione comminata. Il tutto è spiegabile nel fatto che, nonostante l’ufficializzazione della sentenza, la penale era già stata ampiamente scontata dagli investitori poiché nota ormai da alcuni mesi. Il pagamento a forfait era stato pertanto già conteggiato nei bilanci dell’azienda, non andando pertanto a pesare ulteriormente sulle casse di Mountain View oltre a quanto già comunicato in passato.

La quantificazione dell’accordo è data dalla somma tra gli introiti maturati da Google con le inserzioni irregolari e gli introiti ottenuti illegalmente dagli advertiser grazie alle promozioni stesse. Il motore di ricerca dovrà inoltre ovviamente garantire che i propri canali pubblicitari non consentano ulteriori inserzioni irregolari: la Food and Drug Administration intende dimostrare con la propria iniziativa come intenda garantire agli utenti massima garanzia sui farmaci disponibili sul territorio, agendo con forza contro chiunque cooperi in qualunque misura al mercato illegale dei prodotti incriminati.

 

Fonte: Justice Department • Via: Wall Street Journal • Immagine: Rodrigo Senna • Notizie su: