QR code per la pagina originale

Un brevetto per migliorare l’antenna del nuovo iPhone

,

Oltre all’introduzione di migliorate componenti hardware e funzionalità inedite, una delle priorità degli ingegneri Apple nella progettazione del nuovo melafonino è quella di non ripetere nuovamente l’errore che ha portato alla nascita del cosiddetto “antennagate” dell’iPhone 4.

A tal proposito, va segnalato un brevetto depositato dalla società di Cupertino proprio in questi giorni, per una nuova tecnologia dedicata all’integrazione dell’antenna sull’iPhone (e probabilmente iPad) di prossima generazione.

Stando a quanto si apprende dalle pagine di Patently Apple, una migliore ricezione sarebbe resa possibile dall’impiego di un materiale inedito, tradotto letteralmente un “substrato composto da numerose celle schiumose“.

Tra i vantaggi principali di una simile soluzione, oltre a quelli funzionali legati allo scongiurare malfunzionamenti dovuti al modo in cui si impugna il telefono, questo tipo di materiale permetterebbe di alloggiare l’antenna direttamente all’interno dei dispositivi anche di piccole dimensioni, senza che la sua posizione si possa scorgere in alcun modo attraverso la scocca, garantendo così anche la possibilità di non influire in alcun modo sulle decisioni in termini di design.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 01/09/2011 alle 16:08 #152707
    Cristiano Ghidotti
    Cristiano Ghidotti
    Participant
    01/09/2011 alle 17:17 #225646

    credo che la traduzione corretta sia “celle”, le cellule sono esseri viventi. Da quel che ho capito la scocca é fatto di questo materiale trasparente alle radio frequenze in modo che non assorbe nulla e il segnale arriva dritto dritto all’antenna come se fosse esposta (gli ho dato solo una rapida occhiata però).