QR code per la pagina originale

iPhone smarriti: Apple cerca un esperto di sicurezza

,

Ricorderete senza dubbio la complicata vicenda del prototipo di iPhone 4 perso e ritrovato che tante noie ha portato a Gizmodo, finendo addirittura con l’attirare gli strali dello stesso Steve Jobs. E ricorderete pure il caso – analogo, per certi versi – più recente di smarrimento che ha caratterizzato un altro prototipo, questa volta di iPhone 5. Ecco perché a Cupertino, visti i prodromi, devono aver deciso di attrezzarsi per impedire nuove perdite assumendo un addetto alla sicurezza dei prodotti non ancora rilasciati sul mercato.

L’intervento non proprio trasparente della polizia di San Francisco ha causato sul Web parecchio sconcerto: i quattro agenti coinvolti infatti, privi di mandato e senza neppure una denuncia formale, avrebbero scortato dei dipendenti Apple a casa di un privato cittadino sospettato di aver nascosto il prototipo. Una spystory dalle tinte fosche che, oltre a confermare l’estrema sbadataggine dei dipendenti della Mela, conferma pure l’estremo bisogno che hanno a Cupertino di qualcuno che si occupi esclusivamente della sicurezza.

Ed ecco perché nelle scorse ore, su una pagina dedicata alle proposte di lavoro del suo sito, Apple ha ufficialmente iniziato ad accettare le candidature per un “Manager della sicurezza dei nuovi prodotti”:

“Il candidato sarà responsabile della protezione – e dei rischi annessi – dei prodotti Apple non ancora rilasciati sul mercato e della proprietà intellettuale collegata. La posizione ha sede in Cupertino, California, e richiede fino al 30% di spostamenti (internazionali e domestici).”

Il prescelto, dunque, lavorerà gomito a gomito con i manager della sicurezza interna e riporterà direttamente al Global Security Director, nella speranza che certi imbarazzanti eventi non si ripetano più. In molti infatti avevano da principio pensato a un arguto esperimento di marketing, ma il coinvolgimento delle forze dell’ordine e i dettagli che sono emersi in seguito hanno chiarito la situazione: saranno pure in gamba nel loro lavoro, ma i dipendenti Apple hanno davvero una memoria pessima. Per questa ragione, la società è corsa ufficialmente ai ripari.

Notizie su: