QR code per la pagina originale

Al via le vendite dei domini .xxx

Parte il programma di vendita dei domini .xxx dedicati al mondo dell'intrattenimento per adulti. La prima parentesi è dedicata a chi ha marchi registrati.

,

La ICM Registry, il gruppo che si è occupato di progettare, proporre e gestire i domini .xxx, annuncia che da oggi i marchi registrati e relativi titolari possono richiedere la rivendicazione del proprio dominio con scadenza tra 50 giorni.

Il dominio .xxx è stato pensato per l’industria della pornografia e dell’intrattenimento per adulti: nonostante le critiche sono divenuti cosa ufficiale e sono ora pronti per l’uso commerciale. I marchi registrati sborseranno circa 200 dollari per assicurarsi il proprio dominio (il prezzo esatto è comunque stabilito dai singoli registrar affiliati), con tariffe differenziate in base al Sunrise Period nel quale si registra il proprio .xxx.

Dopo i 50 giorni previsti, ci sarà un periodo lungo poco più di due settimane durante il quale le vendite saranno riservate esclusivamente al settore dell’intrattenimento per adulti. Stuart Lawley, amministratore delegato di ICM Registry, spiega infatti che nei primi 50 giorni molto probabilmente i domini saranno acquistati da aziende esterne all’industria della pornografia, come la Coca-Cola, che vogliono cautelarsi dalla possibilità di vedere la nascita di siti internet .xxx associati al proprio marchio, cosa che potrebbe danneggiarne gli affari.

Lawley esprime naturalmente grande entusiasmo per la nascita della nuova era per i siti internet dedicati agli adulti, sottolineando come questi domini permetteranno agli stessi di generare maggiore traffico, nonché di usufruire di una zona esclusiva a loro dedicata, e al contempo offrire una verifica immediata, già a partire dall’URL, sui contenuti inseriti in un portale web, facilitando dunque le operazioni di filtro.

Per la registrazione di domini .xxx è necessario rivolgersi all’unico registrar locale autorizzato: Register.it.

Fonte: ICM Registry • Via: Mashable • Notizie su: