QR code per la pagina originale

Google Ventures, 750 mila dollari per EchoEcho

EchoEcho ha ricevuto 750.000 dollari da parte di Google Ventures come finanziamento per espandere il proprio servizio di condivisione della posizione.

,

Google Ventures ha deciso di finanziare con 750.000 dollari la startup EchoEcho, autrice di una comoda applicazione che permette agli utenti di condividere la propria posizione tramite dispositivi mobile, avendo però il totale controllo di ciò che pubblicano.

«EchoEcho si trova in un segmento crescente in cui i consumatori utilizzano i propri dispositivi mobile per tutto ciò che c’è da condividere nella loro vita quotidiana. Siamo entusiasti di lavorare con EchoEcho in quanto hanno creato una soluzione semplice ed elegante per aiutare le persone a trovare in fretta l’un l’altro», ha spiegato Google, che ha pertanto apprezzato il servizio proposto da EchoEcho esprimendo il desiderio di aiutare la piccola startup ad espandersi – attualmente conta solamente quattro membri – e ad aggiungere nuove funzionalità per migliorare la relativa applicazione. Un sostegno come quello di un colosso come Google è tra l’altro notevole, e nel giro di poco tempo EchoEcho potrebbe trovare molta più visibilità di quanta riscontrata fino ad oggi.

La condivisione della propria posizione tramite smartphone e tablet deve ancora affrontare varie sfide, soprattutto in merito ai problemi di privacy che potrebbero derivare dall’uso delle app realizzate appositamente per farlo, ma EchoEcho ha pensato che la questione possa esser risolta con un semplice servizio che consente agli utenti di ricevere delle richieste, da parte dei loro amici, sugli aggiornamenti della loro posizione. EchoEcho funziona in modo davvero semplice: consente alle persone di inviare ai propri contatti dal proprio iPhone, BlackBerry, Nokia o device con Android un messaggio veloce e familiare: “Dove sei?”. Coloro che hanno installato l’applicazione sul proprio smartphone riceveranno una notifica push e potranno decidere di aggiornare la posizione e diventare visibile sulla mappa. In tal modo, un individuo ha il totale controllo di cosa far sapere alla propria community e può decidere se inviare le proprie coordinate o meno, in tutta semplicità.

Fonte: GigaOM • Via: Vator • Immagine: EchoEcho • Notizie su: