QR code per la pagina originale

USA, presto i primi Windows Phone con Mango

AT&T riceverà presto i primi terminali Windows Phone 7 con a bordo Mango. La nuova versione dell'OS di Microsoft debutterà a breve.

,

Mango si appresta a giungere negli Stati Uniti: a pochi giorni dalla BUILD Conference organizzata da Microsoft giunge infatti notizia di tre smartphone pronti ad essere inviati al carrier AT&T, tutti con a bordo la prossima edizione della piattaforma mobile targata Redmond. Trattasi in particolare dei modelli Focus S e Focus Flash di Samsung e del Titan di HTC.

I due dispositivi Samsung si presentano entrambi con display Super AMOLED: il Focus S con una diagonale da 4,3 pollici ed una risoluzione pari a 480×800 pixel, il Focus Flash invece con diagonale da 3,7 pollici. Entrambi hanno poi un processore con frequenza di clock pari ad 1,4 GHz (ma non è noto se si tratti della stessa CPU oppure di due modelli diversi), mentre differiscono per il comparto fotografico: il Focus S presenta due fotocamere (una frontale da 1,3 MP, l’altra da 8 MP), mentre il Focus Flash offre esclusivamente quella posteriore da 5 MP.

Lo smartphone targato HTC è invece il Titan, caratterizzato da un display da 4,7 pollici con il quale sarà possibile sfruttare a pieno i servizi multimediali online di Microsoft e studiato per essere facilmente maneggevole. La CPU avrà una frequenza di 1,5 GHz, mentre la fotocamera permetterà di realizzare scatti fotografici con risoluzione massima pari ad 8 Megapixel. Tutti e tre i device sono attesi per la fine dell’anno, probabilmente nel corso del quarto trimestre, in vista della sessione natalizia degli acquisti.

Oltre ai nuovi smartphone, poi, AT&T ha promesso l’aggiornamento del sistema operativo anche per alcuni modelli attualmente in commercio, quali Samsung Focus, HTC HD7, HTC Surround ed LG Quantum. La nuova versione della piattaforma orientata al mondo mobile di casa Microsoft si appresta dunque a giungere sul mercato per sfidare da vicino i principali nomi del settore, iOS ed Android in primis.

Fonte: This Is My Next • Via: PRNewsWire • Notizie su: