QR code per la pagina originale

Google annuncia le API di Google+

,

Anche se forse non avrà i numeri di Facebook, Google+ ha comunque attirato diversi milioni di utenti. Il compito dell’azienda di Mountain View è ora quello di far aumentare la permanenza sul sito ed è per questo che ha pubblicato le prime API per gli sviluppatori. Le applicazioni e i giochi, così come accaduto per Facebook, saranno molto importanti per la crescita del social network.

Inizialmente le API saranno focalizzate solo sui dati pubblici, come le informazioni del profilo o i messaggi più recenti. Nessuna possibilità quindi di accedere ai post privati, alle cerchie e a tutti gli altri dati che l’utente non desidera rendere pubblici. Per utilizzare queste informazioni, lo sviluppatore deve inviare richieste HTTP. Ovviamente, come per le app su Facebook, è necessario richiedere il permesso di accesso al profilo degli utenti.

La scrittura delle applicazioni può essere fatta utilizzando uno dei linguaggi noti, tra cui Java, Python, Ruby, PHP e .NET, per i quali Google ha rilasciato specifiche librerie open source. Le API di Google+ sono disponibili sul sito Google Developers, dove gli sviluppatori possono trovare anche la documentazione e i tool di sviluppo.

L’azienda invita alla creazione delle app per fare i primi test con la piattaforma Google+, ancora in fase sperimentale. Il social network infatti non è aperto a tutti, ma è necessario chiedere un invito agli utenti già iscritti.

Notizie su: ,