QR code per la pagina originale

Facebook: multimedialità e condivisione

Facebook potrebbe annunciare domani la nuova piattaforma multimediale dedicata a musica, tv e cinema, in collaborazione con vari gruppi.

,

La multimedialità su Facebook vivrà presto un’importante rivoluzione: entro pochi giorni, probabilmente nel corso della conferenza F8 prevista domani, il social network di Palo Alto potrebbe presentare la tanto attesa piattaforma multimediale con la quale aprirà le porte alla musica, ma non solo, proveniente da differenti servizi online.

Diverse sono le tracce che conducono in tale direzione, come la presenza di chiari segnali nel codice HTML delle pagine web di gruppi coinvolti nell’operazione ed i rumor raccolti dal New York Times da fonti ritenute ufficiali. La nuova piattaforma permetterà agli utenti di ascoltare e condividere sul social network la propria musica preferita così come gli show televisivi ed i film di proprio gradimento: la propria bacheca Facebook si trasformerà in questo modo in un vero e proprio centro multimediale, ove saranno raccolti i propri contenuti preferiti.

Diversi i nomi che potrebbero stringere presto amicizia con il social network più utilizzato nel web: da Hulu a Spotify, da Rhapsody a Netflix, passando per Rdio, MOG e Deezer, per quella che Ted Cohen, consulente di una delle principali etichette discografiche, definisce il «nirvana dell’interoperabilità». I contenuti multimediali saranno condivisi dagli utenti sotto forma di link, con la possibilità per i rispettivi amici di visualizzarli in un semplice click. Nessuna delle società coinvolte nei rumor ha voluto commentare le voci in questione, le quali potrebbero diventare realtà entro pochi giorni.

Nessuna informazione è inoltre disponibile sulle modalità con le quali il servizio verrà distribuito agli utenti, né tanto meno sui prezzi che accompagneranno la musica in streaming tramite le pagine di Facebook. Ciò che è certo è che tutti i gruppi che metteranno piede sul social network avranno a disposizione un’opportunità unica per ampliare la propria base d’utenza, potendo attingere a piene mani in una vera e propria miniera d’oro quale Facebook, i cui iscritti superano quota 750 milioni e sono in costante crescita.

Commenta e partecipa alle discussioni