QR code per la pagina originale

L’NFC certificato di Apple fa capolino in Corea del Sud

,

L’idea era tutt’altro che peregrina, e il binomio decisamente possibile. È da tanto che si parla della possibilità che Apple innesti in iPhone 5 un chip NFC per i micropagamenti e il commercio elettronico, e in attesa che a Cupertino prendano di petto la questione, in Corea del Sud il gestore telefonico KT ha bruciato tutti sul tempo col lancio di una custodia “certificata Apple” con modulo NFC integrato e un’intera rete di servizi di supporto.

Niente da fare, di sicuro, almeno con iPhone 5. A giudizio degli addetti ai lavori, infatti, e al netto di eventuali problemi, il chip NFC farà la sua comparsa a partire dalla sesta generazione di telefoni con la Mela; il che significa che per fare la spesa con l’iPhone occorrerà attendere quanto meno il 2012 o giù di lì.

L’interesse per questa tecnologia comunque è alle stelle, tant’è che nel tentativo di fare un po’ da precursori, il carrier sud coreano KT ha annunciato un case certificato con chip NFC chiamato iCarte, in grado di trasformare ogni telefono di Cupertino in un portafoglio digitale:

“Con il recente lancio degli smartphone con NFC, gli utenti iPhone hanno iniziato a manifestare la necessità di servizi NFC, ha affermato il vice presidente esecutivo per la strategia dell’utenza di KT Hyunmi Yang. In qualità di leader globale nel settore, KT ha in programma di creare servizi NFC sempre più convenienti e differenziati per i propri clienti.”

Al di là della retorica da marketing, d’ora in avanti in Corea del Sud gli utenti avanzati potranno persino pagare il biglietto dell’autobus direttamente con il telefono, con una sicurezza niente male, garantita dalle tecnologie adottate e dal meccanismo di ricarica prepagata. Presto, tuttavia, è previsto che anche i circuiti creditizi più noti (Visa e Mastercard in primis) salteranno sul vagone in corsa della novità, completando così il panorama dei micropagamenti e facendo un po’ scuola al resto di noi che, invece, dovremo aspettare almeno un altro annetto abbondante.

Notizie su: