QR code per la pagina originale

HP: il nuovo CEO Meg Whitman riprenderà webOS?

HP annuncia un cambio ai vertici: entra Meg Whitman e forse cambierà il destino di webOS.

,

Così come si supponeva negli scorsi giorni, HP ha optato per un cambio ai vertici e ha sostituito Leo Apotheker, portando Meg Whitman come CEO della società. L’arrivo dell’ex amministratore delegato di eBay alla dirigenza HP potrebbe portare cambiamenti a quanto fino a ora previsto per webOS, nonché per la divisione PC.

La gestione di Leo Apotheker ha visto crollare nel giro di 11 mesi i profitti dell’azienda del 47%, a seguito di alcune scelte considerate errate sia nella gestione della divisione PC, sia in quella dei mobile. Proprio quell’HP che aveva investito parecchio sulla produzione del tablet HP TouchPad, non aveva raggiunto i risultati sperati a causa di scelte strategiche evidentemente non appropriate. Meg Withman tirerà adesso le redini della società e il pugno forte dell’ex amministratore delegato di eBay potrà dunque imprimere quella svolta che gli azionisti attendono da diverso tempo.

HP aveva assunto il controllo di webOS quando ha acquisito Palm, nell’estate del 2010: sotto la direzione di Apotheker, ha rilasciato sul mercato tre device dotati di tale sistema operativo – ovvero l’HP TouchPad, l’HP Veer e il Pre 3 – ma nessuno ha riscontrato un grande successo. La decisione di abbandonare webOS potrebbe rivelarsi però una scelta sbagliata poiché HP perderebbe la possibilità di insediarsi come terzo sistema operativo mobile più importante a livello globale, dopo Apple e Android; l’OS in questione è stato più volte citato come un candidato ideale per accaparrarsi l’ambita terza posizione nel mercato dei sistemi operativi mobile, concorrendo con Windows Phone e BlackBerry OS.

Non è chiaro se il nuovo CEO di HP potrebbe ridar luce a webOS, ma un membro dello staff dell’azienda che lavora in tale divisione ha spiegato che non si sa se l’entrata della Whitman influenzerà le operazioni. C’è da dire, però, che nel corso di un incontro con gli investitori avvenuto giovedì scorso, Meg Whitman ha detto che l’azienda avrebbe investito nella propria offerta di software e che avrebbe continuato a esplorare le opzioni per ottimizzare webOS. Una speranza, dunque, per un riavvio dell’OS di HP, c’è.

Notizie su: