QR code per la pagina originale

Le aziende aspettano Windows 8?

Secondo Gartner diverse aziende passeranno direttamente da Windows XP a Windows 8, ma ciò potrebbe rivelarsi un errore.

,

Windows XP è ancora il sistema operativo più diffuso al mondo, nonostante le sue percentuali continuino a scendere. Molte aziende utilizzano ancora il vecchio sistema operativo, avendo deciso di saltare Windows Vista e di programmare un passaggio a Windows 7.

Peccato che, secondo gli analisti di Gartner, diverse aziende stiano pensando di posticipare questo aggiornamento aspettando l’uscita di Windows 8. Una decisione che, secondo Gartner, non sarebbe saggia.

Il termine del supporto a Windows XP è previsto per aprile 2014, un tempo davvero lungo per un utente casalingo. Ma i cicli di aggiornamento delle aziende sono diversi, ed essi sono collegati ai bilanci, i processi interni e i rapporti con i fornitori di terze parti per l’aggiornamento delle applicazioni affinché possano funzionare sull’ultima versione di Windows.

Eppure alcune aziende avrebbero deciso ugualmente di saltare Windows 7 e aspettare un ulteriore anno. Una decisione che potrebbe rivelarsi sbagliata, perché una migrazione ad un nuovo sistema operativo richiede del tempo, e si correrebbe il rischio di avvicinarsi alla fatidica data del 2014, ovvero poco prima la fine del supporto per Windows XP.

È anche vero che, come affermato da Wes Milles, analista presso Directions on Microsoft, non c’è una grande differenza tra Windows 7 e Windows 8 in termini di hardware, dato che i requisiti sono gli stessi. La scelta è quindi tra un sistema come Windows 7 che, rispetto a Windows Vista, ha portato stabilità, sicurezza e prestazioni, e Windows 8 con la sua nuova interfaccia pensata per competere contro iPad e i tablet Android.

L’ultima considerazione è sul supporto delle applicazioni: se già ora il passaggio da Windows XP a Windows 7 implica una serie di problematiche, queste probabilmente saranno ancora maggiori con il passaggio diretto a Windows 8.

Notizie su: