QR code per la pagina originale

Apple, tracce di quad-core in Xcode

Alcune righe di codice nel sorgente di Xcode lascia trapelare l'intenzione da parte di Apple di passare al quad-core entro breve tempo.

,

Nel futuro a breve termine di Apple potrebbero esservi nuove CPU quad-core. A suggerire la nuova ipotesi è ArsTechnica, cui è giunta una segnalazione successivamente confermata direttamente dalla redazione riguardante alcuni cambiamenti apportati dalla Mela al codice sorgente di Xcode, lo strumento dedicato agli sviluppatori recentemente divenuto gratuito. Alcune righe di codice, infatti, farebbero chiaro riferimento ad una CPU quad-core, lasciando aperte le porte ad importanti novità.

In particolare tale supporto sarebbe stato individuato all’interno del compilatore Clang e farebbe riferimento al processore Armada XP di Marvell, basato su di un’architettura ARM con quattro core sullo stesso chip. Al momento, però, solamente le versioni distribuite all’interno del campus di Cupertino ai developer assoldati dalla società per le applicazioni ufficiali sarebbero in grado di sfruttare a pieno tale integrazione durante la compilazione di codice sorgente, ma presto il tutto potrebbe essere aperto anche ad altri programmatori.

Diverse sono le possibili motivazioni di tale novità, ciascuna collegata ad un ipotetico scenario futuro che attualmente non trova riscontro in fatti concreti. Si parte dall’eventuale scelta da parte di Apple di affidarsi a Marvell per la produzione delle prossime CPU per dispositivi iOS, sfidando dunque da vicino Android che presto vedrà in Kal-El di NVIDIA un utile alleato per strizzare l’occhio al quad-core. Si passa per un possibile utilizzo del microprocessore Armada XP a bordo dei prossimi MacBook Air, sebbene la società della Mela sia in attesa di novità sul fronte Ivy Bridge. Si giunge infine ad una semplice collaborazione momentanea tra le parti, con il processore in questione adottato esclusivamente come prototipo per permette agli ingegneri iOS di procedere con lo sviluppo di una versione ottimizzata per CPU quad-core, mentre il team che si occupa di realizzare i microprocessori potrà continuare ad operare senza eccessiva fretta.

La notizia giunta grazie ad ArsTechnica risulta infine un ulteriore tassello in un mosaico che vede Apple sempre più legata all’architettura ARM, la quale secondo alcune ipotesi potrebbe essere il futuro del mondo laptop targato Cupertino. Al momento, però, il tutto si riduce a semplici rumor: ulteriori informazioni saranno disponibili solo agli inizi del prossimo anno, quando le CPU A6 inizieranno ad essere prodotte su larga scala ed il quadro sarà maggiormente chiaro.

Fonte: ArsTechnica • Notizie su: