QR code per la pagina originale

ThinkMobile: il rapporto tra italiani e smartphone

Google racconta il rapporto fra italiani e smartphone snocciolando i dati di una ricerca tutta italiana sull'uso dei device in mobilità.

,

In Italia sono oltre 20 milioni le persone che usano smartphone, con una crescita del 52% rispetto al 2010. Per tale motivo, Google ha svolto una ricerca sul rapporto tra italiani e utilizzo degli smartphone, presentandola a Milano in occasione di Think Mobile, il primo evento dedicato all’ecosistema Mobile in Italia. Il fenomeno smartphone sta cambiando radicalmente le relazioni e le interazioni fra aziende e consumatori, rappresentando un’importante opportunità di crescita per l’economia dell’intero paese.

Secondo la ricerca, commissionata da Google a Ipsos MediaCT, nel luglio 2011 il 60% degli italiani difficilmente si separa dal proprio smartphone e di questi il 98% lo usa in casa, l’88% fuori casa e il 77% in ufficio. La sinergia fra smartphone e altri media è molto forte: il 47% lo usa per ascoltare musica, il 32% guarda la televisione. La metà del campione preso in esame per lo studio (45%) ha dichiarato di utilizzarlo per recuperare velocemente informazioni sul web o impiegare pause nei tempi morti (53%), come nell’attesa di bus o treni.

Per quanto riguarda le applicazioni, la ricerca rivela che gli italiani dotati di smartphone possiedono in media 19 applicazioni, di cui 4 sono state acquistate. Il trend è in crescita, e il 39% degli intervistati è convinto che nei prossimi 12 mesi incrementerà l’utilizzo delle applicazioni. Anche nel processo d’acquisto lo smartphone inizia a fare sentire il suo peso, diventando, insieme ai tablet, uno strumento fondamentale non solo nella fase di acquisto ma nei momenti precedenti alla transazione, il cosiddetto “Zero moment of truth“. Secondo i dati della ricerca, il 23% dei possessori di smartphone ha dichiarato di aver effettuato acquisti via mobile, poco meno rispetto a USA (29%), Gran Bretagna e Germania (28%) e superiore alla Francia (17%).

Per non perdere opportunità di business, la chiave è farsi trovare, ossia essere presenti in tutti i momenti in cui i clienti interagiscono con il cellulare, senza dimenticare il momento dell’acquisto.

In merito ad altri utilizzi, il 77% degli utenti smartphone guarda video sul proprio cellulare, il 25% ogni giorno e il 66% li condivide con altri. Youtube è risultata la piattaforma più utilizzata anche nel circuito mobile, con il 74% degli utenti. Anche sui motori di ricerca sono in crescita i dati relativi a ricerche mobili, stimate al +224% rispetto allo scorso anno. Il 78% degli utenti effettua ricerche locali almeno una volta al mese.

Il mondo dell’advertising mobile in Italia è potenzialmente enorme e il 72% dei possessori di smarthpone ha notato annunci pubblicitari via mobile. In una realtà economica e comunicativa sempre più improntata al connubio web-mobilità, la strada deve, inevitabilmente, andare verso questa direzione.

Notizie su: