QR code per la pagina originale

Facebook, più pubblicità per le piccole imprese

Facebook ha intenzione di coinvolgere le piccole e medie imprese nella pubblicità con un programma di formazione negli Stati Uniti.

,

La maggior parte dei navigatori usa Facebook sfruttando le normali funzioni sociali che la piattaforma offre, ma il social network alle aziende può offrire anche di più: una delle linfe vitali del network creato da Mark Zuckerberg è la pubblicità. Sempre alla ricerca di nuovi guadagni, ora Facebook ha pensato di far entrare le piccole imprese nel proprio mondo della pubblicità online ed intende stimolare questo passo per esprimerne al meglio le opportunità.

Il celebre social network sta cercando di collaborare con la Camera di Commercio degli Stati Uniti e della National Federation of Independent Business (NFIB) per informare le piccole imprese sul valore della pubblicità su Facebook ed educarli sul perchè comprare spazi sul sito tramite annunci mirati a specifici mercati, anche attraverso possibilità a costo zero. La concorrenza con Google è in tal senso diretta, poiché il mercato pubblicitario delle PMI è in crescita ed è un potenziale in buona parte ancora da esplorare.

Già dal prossimo mese il nuovo programma prenderà vita, con le parti interessate che incontreranno le imprese locali per discutere le strategie migliori per lanciare le proprie iniziative di marketing su Facebook; in un secondo momento, invece, il programma coinvolgerà 200 mila piccole imprese. Lo scopo di Facebook, come dichiarato da David Fischer, vice presidente della pubblicità e delle operazioni globali, è quello di ampliare la propria clientela ed estendere l’attuale base di circa 9.2 milioni di aziende, e trasformare così il social network in una piattaforma di marketing che può aiutare queste aziende ad ottenere più clienti e incrementare le vendite.

Il guadagno proveniente dalla sola pubblicità, per Facebook, potrebbe avvicinarsi ai 3.8 miliardi di dollari nel 2011 (su un totale di 4.27 miliardi di dollari di entrate), con un aumento del 67% rispetto al 2010: con queste cifre Facebook potrebbe diventare uno dei protagonisti più importanti del settore negli Stati Uniti insieme a Yahoo e Google.

Fonte: Cnet • Via: Wall Street Journal • Immagine: Images_of_Money • Notizie su: