QR code per la pagina originale

Microsoft: Steve Ballmer non ha più il supporto degli impiegati?

La conferenza annuale di Microsoft sarebbe stata segnata dall'insoddisfazione dei dipendenti. Si vocifera di un cambio di CEO: da Steve Ballmer a Steven Sinofsky.

,

Durante la Microsoft Company Meeting, la conferenza annuale che il gruppo di Redmond tiene per informare i propri dipendenti sui cambiamenti in atto all’interno della società, pare ci siano stati dei toni davvero poco entusiastici e che questa sia stata segnata in generale da un clima turbolento. Steve Ballmer, CEO di Microsoft, non sembra avere più la fiducia dei suoi dipendenti e si vocifera addirittura di una sua possibile sostituzione con Steven Sinofsky, presidente della Windows Division.

Come riferisce Mini-Microsoft, portale specializzato sui retroscena di Redmond, durante il discorso di Steve Ballmer non poche persone avrebbero espresso la propria insoddisfazione alzandosi dalla sedia e lasciando la sala. Il tutto a causa dei piani strategici per il futuro di Microsoft, non proprio soddisfacenti per i dipendenti: il gruppo si starebbe focalizzando troppo sui tablet con Windows 8, ma dimostrazioni flosce e tecnicismi non proprio perfetti sarebbero stati duri da sopportare, tanto che 20.000 persone non avrebbero avuto la forza di applaudire la presentazione del CEO.

Il motivo dell’insoddisfazione risiede nel fatto che ci vorranno ancora un paio di anni per vedere sul mercato i primi tablet con cuore Windows 8, ma ciò è considerato un tempo inaccettabile per competere con la leadership di Apple ottenuta prima con l’iPad e poi con l’iPad 2. Steve Ballmer è sicuro della forza di Windows, ma gli si contestano predizioni esattamente contrarie a quanto accaduto negli ultimi anni, come quando il CEO stesso affermò che con Bing avrebbe raggiunto Google nel settore delle ricerche online, e che iPhone e iPad non costituivano serie minacce per l’azienda.

Microsoft viene criticata per il suo tardivo ingresso nel settore dei tablet e per aver registrato due trimestri negativi nell’ultimo anno, evento decisamente raro per un’azienda di spessore qual è quella di Redmond. L’Xbox 360 è l’unico prodotto di successo, mentre le vendite dei Windows Phone sono state inferiori al previsto, così come quelle dei device Zune. In molti pensano che l’era di Steve Ballmer sia finita e che debba lasciare spazio ad un nuovo CEO.

Notizie su: ,