QR code per la pagina originale

Windows 8: log in con Windows Live ID

L'accesso al sistema operativo può avvenire anche utilizzando il Windows Live ID.

,

Al termine dell’installazione della Developer Preview di Windows 8, l’utente deve creare un account. Oltre alla classica coppia nome utente-password, con il nuovo sistema operativo è possibile utilizzare il Windows Live ID, ovvero le credenziali di accesso di uno dei servizi web di Microsoft, ad esempio Windows Live Messenger. L’azienda di Redmond ha spiegato come funziona con un post sul blog Building Windows 8.

Con il Windows Live ID gli utenti possono condividere lo stesso PC con altre persone oppure utilizzare le stesse impostazioni su diversi dispositivi, semplificando notevolmente le procedure rispetto a Windows 7. Grazie al cloud, dopo il log in l’utente troverà il sistema operativo nello stato in cui si trovava al momento del salvataggio sui server di Microsoft, sarà possibile usare le applicazioni Metro acquistate o effettuare l’autenticazione automatica per le app e i servizi che sfruttano il Live ID. Non è necessario avere un indirizzo Hotmail, basta un qualsiasi indirizzo da associare al Live ID.

Il controllo delle impostazioni da sincronizzate rimarrà nelle meni dell’utente. Nel Pannello di Controllo è presente una sezione denominata “Sync PC Settings“, in cui è possibile attivare o disattivare la sincronizzazione di alcune funzionalità suddivise in gruppi: Personalizza, Temi, Accesso facilitato, Preferenze lingua, Applicazioni, Browser, Password.

L’uso di un servizio cloud deve però tenere conto della sicurezza e della privacy. Microsoft quindi chiederà innanzitutto una password “forte” e una prova dell’identità dell’utente che effettua il log in. Ciò può avvenire mediante un secondo indirizzo email, un numero di telefono o una domanda con risposta segreta. In questo modo si avrà un controllo maggiore dell’account nel caso in cui l’utente dimentica la password o se l’accesso viene compromesso.

Infine, sempre per quanto riguarda la sicurezza, verrà disattivato di default l’invio dei dati attraverso la rete wireless. Inoltre, prima della sincronizzazione i dati saranno codificati e trasmessi tramite protocolli SSL/TLS.

Notizie su: