QR code per la pagina originale

Nikon 1 J1. Impressioni d’uso

Provata la 1 J1 in anteprima, il modello entry-level del tanto atteso sistema mirrorless di Nikon.

Nikon 1 J1

,

Dopo anni di attesa, per Nikon è arrivato finalmente il momento di saltare sul carro delle fotocamere mirrorless con il sistema 1. Due sono i modelli lanciati, la Nikon 1 J1 e 1 V1 (di quest’ultima vi abbiamo già proposto la prova in anteprima), insieme a una linea di accessori e quattro lenti dedicate Nikkor 1.

La Nikon 1 J1 condivide alcune caratteristiche con la V1: entrambe dedicate ai principianti in cerca di qualità  semplicità, hanno un sensore CMOS da 10,1 megapixel in formato CX con fattore di crop di circa 2,7x (l’obiettivo 10-30 mm del kit ha una focale equivalente di 27-81 mm), un potente processore Expeed 3 da 600 Mp/s, sensibilità ISO da 100 a 3.200 (estendibile a 6.400), autofocus evoluto che combina un sistema a rilevazione di fase a 73 punti con uno a contrasto a 135 punti, scatto in sequenza a 10 fps, registrazione video Full HD 60i/30p e due innovative modalità di ripresa Motion Snapshot (registra in contemporanea un filmato rallentato e un’immagine, combinandoli in tempo reale per generare un’evocativa fotografia dinamica) e Smart Photo Selector (registra 20 immagini ad alta risoluzione in un secondo a 30 fps, selezionando automaticamente le cinque migliori in base a una serie di parametri predefiniti).

Anche per la Nikon 1 J1 sarà disponibile l’adattatore FT-1 per le lenti Nikkor per sistemi reflex, per ampliare il parco ottiche appena lanciato: quattro modelli, dal VR 10-30 mm f:3,5 (montato sul kit in vendita) al VR 30-110 mm f:3,8 passando per il pancake 10 mm f:2,8 e il super zoom VR 10-100 mm f:4,5.

Le somiglianze tra Nikon 1 J1 e V1 finiscono qui. Alla Nikon 1 J1 mancano il mirino elettronico, l’otturatore meccanico, il corpo rivestito in magnesio e la slitta per il flash o gli accessori, tra cui il modulo GPS.

Già dal primo approccio la Nikon 1 J1 appare realmente ben costruita, con un corpo resistente in alluminio e finiture curate, mentre le ottiche brillano più per precisione e reattività della messa a fuoco che per qualità dei materiali, in primis il rivestimento in plastica del corpo e in gomma della ghiera dello zoom.

Il design del corpo macchina della Nikon 1 J1 è più pulito ed elegante della V1, mancando la caratteristica gobba del mirino elettronico e la slitta per flash e accessori. Della prima, insieme all’otturatore elettronico e non meccanico, si sente la mancanza più che della seconda. Infatti, pur contando su uno dei sistemi AF più evoluti del mercato, la sensazione è di una minore reattività nello scatto, mentre la ripresa tramite lo schermo LCD posteriore da 460.000 punti potrà accontentare solo i fotografi alle prime armi abituati a scattare con le compatte.

La presa in mano è buona nonostante le dimensioni veramente ridotte, con un buon bilanciamento dei pesi con l’ottica stabilizzata 10-30 mm impiegata per il kit di serie. I comandi sono improntati alla massima semplicità, l’ampio schermo posteriore da 3″ – purtroppo fisso – consente di avere tutto sotto controllo, e il selettore superiore permette di scegliere la modalità di ripresa desiderata: foto, video, Motion Snapshot, Smart Photo Selector.

In sostanza la Nikon 1 J1, più della 1 V1 (di contro più affine a un’utenza più evoluta ed esigente), appare come una valida scelta nel sempre più affollato mercato mirrorless, pensata per chi desidera una fotocamera capace di catturare in modo semplice e innovativo momenti indimenticabili ed emozionanti foto di gruppo.

Notizie su: Nikon 1 J1, ,