QR code per la pagina originale

I dirigenti Google non usano Google+

I dirigenti di Google utilizzano molto raramente Google+ e alcuni di loro non si sono nemmeno registrati. E allora perché l'utenza dovrebbe farlo?

,

Una delle regole di base per coloro che operano nel settore software è quella di utilizzare il più possibile, in maniera pubblica, le applicazioni sviluppate in proprio, così da pubblicizzare al massimo i servizi e far comprendere ai consumatori l’utilità e l’importanza degli stessi. Cosa che però non avviene tra i dirigenti Google, i quali utilizzano molto poco Google+ oppure non lo fanno del tutto.

È una nota piuttosto curiosa questa, scoperta da Michael Degusta che nel corso della presentazione del nuovo iPhone 4S ha conteggiato quante volte i manager di Google hanno pubblicato e condiviso commenti su Google+. Larry Page e Sergey Brin, co-fondatori del gruppo, hanno finora aggiornato il profilo solamente 22 volte, Eric Schmidt non si è nemmeno registrato alla piattaforma e anche il resto dell’esecutivo non utilizza il social network: in molti hanno attivato un account ma non l’hanno mai aggiornato, mentre altri sono proprio sprovvisti dello stesso. Gli unici ad aver condiviso aggiornamenti su Google+ sono il CFO Patrick Pichette, Sundar Pichai del team Chrome e Vic Gundotra, responsabile delle attività social.

C’è comunque da dire che la dirigenza Google potrebbe aver pubblicato una miriade di commenti in via privata, e dunque in tal caso quanto evidenziato da Degusta sarebbe del tutto errato, ma in ogni caso una mancanza di condivisione pubblica è ugualmente indicativa di un minor impegno nel promuovere Google+. Se è vero che l’azienda intende integrare il proprio social network in tutti i servizi attuali e futuri, viene legittimo chiedersi: perché i dipendenti Google sono tanto entusiasti di Google+ se nemmeno i loro dirigenti sembrano apprezzarlo? E, come afferma Degusta, se nemmeno i vertici del gruppo lo utilizzano, perché dovrebbe farlo la normale utenza?

Il servizio Google+ è stato aperto al pubblico da pochi giorni e potrebbe essere in questa fase sulla soglia dei 40/50 milioni di iscritti.

Fonte: Mashable • Immagine: Creative Commons • Notizie su: ,