QR code per la pagina originale

Nuance ha acquisito Swype

Nuance ha comprato Swype per oltre 100 milioni di dollari, nel tentativo di rafforzare la propria posizione sul mercato degli smartphone.

,

Nuance ha acquisito Swype con un accordo dal valore di oltre 100 milioni di dollari. La notizia era nell’aria già da qualche ora, ma è stata ora confermata dalla stessa Nuance (già acquirente dell’italiana Loquendo) e gode pertanto dei crismi dell’ufficialità. Da una parte c’è l’azienda che ha inventato il T9, dall’altra parte una società che ha inventato un sistema di scrittura rapida apprezzato da molti. L’acquisizione pertanto consentirà a Nuance di ottenere i diritti su una nuova, particolare applicazione, di eliminare la diretta concorrenza e guadagnare al contempo nuove figure professionali di talento.

Swype è stata fondata nel 2002 ed è nota per l’applicazione di scrittura rapida che permette di tracciare linee lungo la tastiera che collegano in sequenza le lettere della parola che l’utente vuole scrivere. È ottimizzata per diversi dispositivi, quali smartphone, tablet, televisori, console da gioco e via dicendo. In particolare, Swype ha riscontrato successo sui device Android e oggi si stima che sia stata installata in circa la metà di tali dispositivi venduti sul mercato.

Nuance, che ha inventato quel T9 oggi presente nella stragrande maggioranza dei telefoni, potrà ora approfittare dell’applicazione e dei brevetti dell’azienda appena acquisita per portare avanti nuove soluzioni in grado di facilitare l’interazione tra utente e device. È la società che ha lanciato per prima il sistema di riconoscimento vocale e, sebbene Apple non abbia confermato la notizia, pare abbia avuto un ruolo di rilievo anche nella creazione della tecnologia che sta dietro Siri, il nuovo software appena presentato in comunione con l’iPhone 4S.

Fonte: Electronista • Via: AllThingsd • Immagine: Daily Mobile • Notizie su: