QR code per la pagina originale

Con Cards le cartoline si mandano dall’iPhone

Apple ha presentato Cards, un'applicazione che permette di inviare cartoline in tutto il mondo direttamente dal proprio dispositivo iOS.

,

Tra gli argomenti trattati da Apple nel corso del keynote del 4 ottobre, Cards è probabilmente una di quelle passate in maggiore silenzio ma che rappresenta una novità assoluta per la società di Cupertino. Trattasi di una nuova applicazione per dispositivi iOS che permetterà di inviare cartoline ad amici a parenti direttamente dall’iPhone, lasciando ad Apple il compito di stamparle e consegnarle personalmente al destinatario.

Con Cards sarà dunque possibile personalizzare cartoline di auguri, di ringraziamenti e di qualsiasi altro genere, scegliendo tra i diversi template a disposizione ed aggiungendo una foto scattata con il proprio device. Sul retro, poi, figurerà un messaggio di testo digitato dall’utente in fase di compilazione del modulo, la cui fase terminale prevede l’inserimento di uno o più destinatari, con la possibilità di selezionarli dalla propria rubrica oppure di aggiungere manualmente l’indirizzo della persona cui inviare la cartolina.

Prima di procedere con l’invio sarà inoltre possibile visualizzare un’anteprima della cartolina, la quale verrà poi stampata da Apple su carta di lino. Tra le altre funzionalità figura poi un sistema in grado di inviare al mittente una notifica push una volta giunta la cartolina presso l’ufficio postale del destinatario, segnalando di fatto che la consegna avverrà a breve. Per ogni occasione vi sarà la possibilità di scegliere un layout appropriato: compleanni, feste di laurea, matrimoni, viaggi, fidanzamenti e quant’altro.

Tra le note negative v’è tuttavia da annoverare il prezzo del servizio: per spedire una cartolina entro i confini degli Stati Uniti sarà necessario affrontare una spesa pari a 2,99 dollari, cifra che sale invece a 4,99 dollari se il destinatario risiede in una qualunque altra regione del globo. Cards non sarà integrata in iOS 5, che risulta pur sempre tra i requisiti minimi per utilizzare l’applicazione, ma sarà scaricabile dall’App Store nel corso delle prossime settimane.

Fonte: Apple • Notizie su: