QR code per la pagina originale

Censimento 2011 online: i server Istat subito in tilt

Troppi accessi hanno fatto cadere i server Istati per il Censimento online 2011.

,

Ha preso ieri il via ufficialmente il Censimento 2011, con la novità che stavolta, a differenza di quanto accaduto in passato, i moduli con il questionario potranno essere compilati e inoltrati all’Istat dai cittadini via Internet, evitando di consegnare la versione cartacea presso gli uffici postali o i punti di raccolta presenti in diverse località.

Fin qui, ovviamente, tutto in teoria, perché la pratica, almeno nella giornata di ieri, ha dimostrato tutt’altra cosa, regalando i “soliti” disservizi a quanti hanno tentato di svolgere il tutto ieri, approfittando della giornata libera e di qualche ora da dedicare alla compilazione online del questionario.

A causa dei tanti accessi contemporanei all’apposita area dedicata al quindicesimo Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni, infatti, i server del servizio non hanno retto, portando a dei rallentamenti che in molti casi hanno reso difficoltosa l’operazione di compilazione, arrivando addirittura a far diventare impossibile il completamento dell’operazione per moltissimi altri.

Secondo quanto spiegato dall’Istat, al sito ufficiale del censimento sono arrivate delle richieste che, in alcune fasi di picco, hanno visto la contemporanea connessione ai server di oltre 500.000 utenti, mettendo a nudo l’insufficienza delle infrastrutture messe a disposizione del pubblico.

L’Istat, che si è prontamente scusata, ha assicurato di essere al lavoro con Telecom Italia per potenziare le strutture e garantire la completa efficienza del servizio, invitando inoltre la gente a non affollarsi e a non creare questo genere di “ingorghi virtuali”, dato che ci sarà tempo per compilare e inviare i moduli del censimento fino a fine 2011.

Notizie su: