QR code per la pagina originale

Google Commerce Search, lo shopping è sempre più mobile

Google Commerce Search

,

Per una realtà come Google che ha costruito la propria fortuna sulle ricerche e sui ricavi dalle inserzioni online, coniugare le esigenze dei commercianti con quelle dei sempre più numerosi utenti che scelgono i dispositivi mobile per la navigazione rappresenta quasi un obbligo. In quest’ottica l’azienda di Mountain View annuncia oggi il lancio del Partner Program per Google Commerce Search, finalizzato a portare l’efficienza dell’algoritmo sviluppato da bigG sui siti di e-commerce.

L’iniziativa, resa possibile dalla collaborazione con Branding Brand e Perficient Systems, mira ad offrire alle realtà professionali e commerciali la possibilità di sfruttare al meglio la nuova tendenza che vede smartphone e tablet come strumenti sempre più dedicati alle ricerche online dei prodotti da acquistare. Stando al post comparso sul blog ufficiale di Google, alcune realtà importanti come Timberland o GNC hanno già sperimentato i benefici di questo sistema.

L’intervento odierno dell’azienda è finalizzato in primo luogo a fornire, sia ai commercianti che a chi si occupa dello sviluppo dei siti, alcuni utili consigli per ottimizzare l’esperienza di shopping attraverso dispositivi mobile. Eccoli riassunti in breve nell’elenco seguente.

  • Non è possibile fornire un’esperienza di “shopping mobile” soddisfacente facendo perdere tempo ai potenziali acquirenti. L’utenza deve sempre essere in grado di trovare i prodotti che desidera senza sprecare nemmeno un click ed evitando di eseguire operazioni non necessarie;
  • le ricerche possono essere semplificate mediante campi di testo in grado di completarsi automaticamente o di fornire suggerimenti, aiuti che possono fare la differenza con le interfacce touch dei dispositivi mobile;
  • è importante far sì che gli utenti arrivino al prodotto desiderato con poche parole chiave, senza restare confusi da troppi risultati provenienti dalle più disparate categorie, che potrebbero scoraggiare a proseguire la navigazione su un display di circa 3 o 4 pollici;
  • non trascurare la possibilità di utilizzare il proprio sito per invitare le persone ad effettuare acquisti nel negozio reale, attraverso specifiche promozioni o altri accorgimenti per rendere creare una sorta di ponte tra le due realtà.

Notizie su: