QR code per la pagina originale

PlayStation Network di nuovo sotto attacco cracker

PlayStation Network e Sony online Entertainment di nuovo sotto attacco dei cracker.

,

Sony ha subito un nuovo attacco al PlayStation Network e al Sony online Entertainment e gli account che potrebbero esser stati compromessi dai cracker sono circa 93mila. L’attacco sarebbe avvenuto fra il 7 e il 10 ottobre e Sony lo ha comunicato tempestivamente attraverso un comunicato ufficiale diffuso nelle scorse ore.

Ad esser coinvolti sono, per la precisione, 60 mila account del PlayStation Network e 33 mila di Sony online Entertainment, dei quali 35 mila sono statunitensi e 24 mila europei. Per la restante parte, si dovrà approfondire.

Il gruppo nipponico ha rilevato l’attacco quando si è accorto di un inusuale numero di tentativi di accesso falliti agli account dei propri network. I cracker hanno ottenuto ID e password e forse informazioni personali quali ad esempio gli indirizzi, ma a quanto pare nessun dato sulle carte di credito è stato compromesso.

Nel frattempo, Sony ha congelato gli account violati e chiede agli utenti di verificare la propria identità e di cambiare nuovamente la password. Si tratta di un attacco al PSN e al SOE a quanto pare meno devastante di quanto avvenuto nello scorso aprile, ma il network del gruppo è nuovamente sotto mira dei pirati informatici e, anche se attualmente le conseguenze vengono confinate a un disturbo per gli utenti, che si ritrovano nuovamente costretti a cambiare le proprie password, il nuovo caso suscita egualmente clamore.

Sony ha provveduto stavolta a comunicare tempestivamente quanto avvenuto ai propri utenti e a congelare gli account come misura preventiva, segno di una policy più efficace rispetto a quella che nello scorso aprile aveva suscitato parecchie polemiche.

Notizie su: