QR code per la pagina originale

Intel Ivy Bridge riduce i consumi a 77 Watt

L'utilizzo dei transistor 3D a 22 nanometri permetterà di ridurre il valore del TDP.

ivy_bridge_processor_numbers

,

Spuntano in Rete nuovi dettagli sulla prossima architettura Ivy Bridge che Intel dovrebbe presentare nel corso del secondo trimestre del 2012. Se le informazioni pubblicate verranno confermate, grazie ai transistor 3D a 22 nanometri il massimo TDP sarà di soli 77 Watt, ovvero 18 Watt in meno rispetto a Sandy Bridge.

La nuova famiglia di CPU includerà anche modelli con moltiplicatore sbloccato, identificati con la lettera K, processori quad core a 65 e 45 Watt, e processori dual core a 35 Watt. Per quanto riguarda invece i nomi commerciali dei vari processori, i Core i3/i5/i7 saranno identificati con quattro cifre, la prima della quali sarà un 3, mentre per i Pentium/Celeron Intel adotterà un model number a quattro cifre con un 2 al primo posto. In dettaglio, avremo: Core i7 37xx, Core i5 35xx/34xx/33xx, Core i3 31xx e Pentium G2xx.

Per i processori Ivy Bridge arriveranno nuovi chipset, ma Intel ha garantito la retrocompatibilità con gli attuali Z68, P67, H67 e H61. Resta comunque da vedere se i produttori di schede madri rilasceranno un aggiornamento per UEFI. Nessuna compatibilità invece per i chipset Q67, Q65 e B65. Gli utenti in possesso di una CPU Sandy Bridge potranno comunque utilizzare una scheda madre basata sui futuri chipset della serie 7.

Notizie su: