QR code per la pagina originale

Football Manager 2012 presentato alla stampa

Le novità di Football Manager mostrate dal Brand Manager SEGA, David Kempshall.

,

Milano ha recentemente ospitato la presentazione di Football Manager 2012, il nuovo capitolo del famoso gestionale calcistico sviluppato da Sports Interactive e prodotto da SEGA. Ospite chiave dell’evento è stato il Brand Manager dei titoli sportivi targati SEGA, David Kempshall, che ha illustrato alla stampa tutte le principali novità introdotte quest’anno.

Kempshall ha aperto la conferenza mostrando una novità di Football Manager 2012 che farà felice chi non si è mai avvicinato prima d’ora alla serie. Infatti, grazie a un comodo e semplice tutorial suddiviso in cinque parti, sarà possibile imparare tutte le meccaniche di Football Manager 2012, senza sprecare del tempo per fare proprie tutte le caratteristiche di gioco, certe volte addirittura nascoste per chi non è avvezzo al genere.

Entrando nel dettaglio di Football Manager 2012, cominciamo col dire che l’interazione con i calciatori del proprio team, già profondamente ristrutturata lo scorso anno, è stata portata ora a un nuovo livello di verosimiglianza, grazie alla possibilità di modulare il proprio tono di voce durante le conversazioni. Sarà possibile decidere di prendere la discussione di petto, utilizzando uno stile aggressivo e deciso, oppure essere più accomodanti nei confronti dell’interlocutore, adottando un approccio più bonario. Tutte scelte che, ovviamente, andranno a incidere sull’umore del giocatore e, di riflesso, sulle sue prestazioni in campo.

Rimanendo in tema, è stata inserita l’interessante possibilità di organizzare meeting e incontri con la squadra per discutere dei più svariati argomenti legati ai malumori nello spogliatoio o ai risultati.

Altra caratteristica degna di nota è la visuale tridimensionale, che in Football Manager non è mai riuscita a convincere la critica e tanto meno i videogiocatori, i quali continuano inesorabilmente a utilizzare i tanto amati e mai dimenticati pallini in 2D. Poche le novità in tal senso, salvo alcune nuove animazioni. Tuttavia, Sport Interactive ha deciso di puntare anche quest’anno sul rinnovamento dell’engine grafico proprietario, ad esempio, con l’aggiunta degli agenti atmosferici come neve o pioggia. Ovviamente, il tutto viene contestualizzato alle condizioni meteo indicate nel pre-partita. I possessori di computer poco performanti potranno dormire sonni tranquilli: il motore grafico si adatterà automaticamente alle caratteristiche hardware della propria macchina. Inoltre Football Manager 2012 supporterà completamente la tecnologia stereoscopica Nvidia 3D Vision.

Altra interessante novità riguardante l’aspetto estetico di Fooball Manager 2012 è la presenza di un layout dei menu che, seppur praticamente invariato rispetto al precedente episodio, potrà essere modificato e adattato a piacimento, inserendo più tabelle informative a schermo. Una caratteristica molto utile per chi ha la fortuna di possedere uno schermo molto generoso.

Durante la conferenza è stato, inoltre, ricordato che Football Manager 2012, a dispetto di alcune news errate trapelate sul Web, necessiterà di una connessione online solo nel momento dell’attivazione. Una volta installato il gioco e creato il proprio account, si potrà comodamente giocare senza essere costantemente connessi alla Rete.

In chiusura ha preso la parola Alberto Scotta, il responsabile del database italiano di Football Manager. Il lavoro svolto, anche grazie alla collaborazione di numerosi volontari sparsi per tutto lo Stivale, consente a Football Manager 2012 di disporre di un archivio dati sull’ecosistema calcistico italiano che annovera 47.718 tra calciatori, allenatori e staff tecnico, 2018 squadre e 1804 arbitri. Il tutto è compreso nelle categorie che vanno dalla serie A alla serie D, comprensive di selezioni giovanili e albi d’oro!

Insomma, senza mai stravolgere nulla della struttura portante, anche quest’anno i ragazzi di Sport Interactive hanno cercato di limare le piccole sbavature di gameplay o migliorare ulteriormente i già ottimi aspetti del sistema gestionale di Football Manager, il tutto per cercare di rendere la navigazione nei menu e la gestione della squadra sempre più comoda ed immediata.

Non resta che attendere il giudizio completo nella nostra recensione (a giorni disponibile sulle nostre pagine) e scoprire se queste novità, e altre che ancora non abbiamo voluto svelarvi, avranno fatto fare a Football Manager 2012 un altro passo in avanti verso la perfezione.

Notizie su: