QR code per la pagina originale

Steve Jobs voleva rivoluzionare anche le tv

La biografia di Steve Jobs rivela che uno dei progetti del fondatore Apple era quello di una televisione made in Cupertino.

,

Steve Jobs aveva già nel mirino un altro media per completare la propria rivoluzione: la televisione. Dalla biografia dell’ex-CEO Apple emerge quindi la conferma dei rumor che da tempo circondano il gruppo di Cupertino: sì, Apple ha intenzione di produrre una televisione. E sì, Steve Jobs aveva messo mano al progetto facendone un obiettivo fondamentale per il futuro del gruppo.

Dal libro firmato Walter Isaacson, in uscita nelle prossime settimane e presentato in queste ore negli USA, emerge uno Steve Jobs che spiega di avere ferma ambizione di mettere la mela anche sui televisori, facendo sì che anche un media datato e consolidato come la tv potesse vivere appieno la convergenza con la Rete e con l’innovazione, con tutte le conseguenze del caso. «Vorrei creare un sistema integrato completamente semplice da usare. Vorrei fosse facilmente sincronizzato con tutti i device e con iCloud»: con queste parole Steve Jobs delineava la sua prossima creatura, vedendo in questo concept un modo per rimuovere DVD, telecomandi e cavi, mettendo l’utente di fronte allo schermo senza orpelli ulteriori.

«Avrà l’interfaccia utente più semplice che si possa immaginare». Dietro quest’ultimo criptico dettaglio potrebbe celarsi l’assistente vocale Siri, oppure altre idee ad oggi ancora non precisate: è questo, infatti, l’ingrediente fondamentale che Apple non ha ancora rivelato, mentre il progetto di una tv integrata made in Cupertino diventa a questo punto il segreto di Pulcinella. Non è più questione di “se”, ma questione di “quando”.

La Apple Tv attuale non è un televisore, ma una sorta di player con cui portare in tv tutta una serie di contenuti. Ma è questo un prototipo ancora del tutto immaturo: non c’è l’integrazione necessaria, non ci sono interfacce innovative e mancano i contenuti che Steve Jobs probabilmente immaginava per riempire la propria nuova scatola multimediale. Dettagli ulteriori saranno però con ogni probabilità già in mano al top management: se è vero che Steve Jobs ha lasciato anni di progetti già pronti, Tim Cook ha la strada già delineata. Dalle idee bisognerà passare ora ai fatti.E dai fatti ai prodotti.

Fonte: Washington Post • Notizie su: