QR code per la pagina originale

Google+, al via l’integrazione con Blogger

Proseguono le integrazioni dei servizi Google su Google+ e tocca ora a Blogger. Inoltre, Google ha rimosso il comando "+" per le ricerche.

,

Google prosegue i lavori per integrare Google+ con gli altri propri servizi e la prossima novità in tal senso risiede nell’integrazione con Blogger. Da oggi è infatti possibile sostituire il profilo Blogger con quello di Google+ mediante un’opzione dedicata, con i meccanismi di traslazione non ancora però perfettamente avviati sulle pagine del servizio.

«Collegare Blogger a Google+: usa il tuo profilo Google e accedi alle prossime funzionalità di Google+ su Blogger»: è questo il messaggio con cui Google annuncia tale nuova possibilità. Il passaggio include i collegamenti “Learn more” e “Get Started” ma attualmente si tratta di link vuoti, in attesa che Google li aggiorni completando così la propria offerta. Alex Chitu, membro del team Google, ha inoltre sottolineato come l’integrazione con Google+ verrà utilizzata per introdurre ulteriori caratteristiche sociali come ad esempio quelle fornite in passato da Google Friend Connect, sito aperto per offrire gadget sociali da inserire su siti personali e blog, ma ora diventato obsoleto e in parte chiuso probabilmente per via dei nuovi esperimenti in atto sul social network di Mountain View.

Attualmente il profilo Blogger consente ancora la possibilità di controllare i siti che un utente ha scelto di seguire sia su Blogger che su Google Friend Connect, ed è probabile che la feature verrà portata in qualche modo anche sul social network con la nuova integrazione.

Nel frattempo, Google ha silenziosamente rimosso il comando di ricerca “+”, il quale viene adesso ignorato: sarà possibile invece utilizzare le virgolette su una determinata parola, ad esempio cercando [rivista “italiana”] al posto di [rivista + italiana]. Probabilmente la scelta risiede nel fatto che utilizzare il comando “+” per le ricerche avrebbe confuso l’utente con il “+” del nominativo del social network, ma le critiche sorte nelle prime ore dal cambio sono cospicue e la nuova opzione pare non esser molto apprezzata da parte dell’utenza poiché un cambio netto di abitudini è scomodo da attuare, soprattutto quando è necessario ricercare due o più parole chiave.

Fonte: ReadWriteWeb • Via: WebProNews • Notizie su: ,