QR code per la pagina originale

Wikipedia Zero, leggera e gratis

Wikimedia Foundation vuole che Wikipedia venga inclusa nei portali WAP degli operatori telefonici e che si promuova nel cellulari Wikipedia Zero.

,

La Wikimedia Foundation non sta ignorando la rivoluzione mobile e anzi vuole organizzare meglio Wikipedia per una fruizione via WAP, così da essere maggiormente raggiungibile da tutta l’utenza. Per questo la fondazione starebbe stringendo accordi per la realizzazione di una nuova versione mobile dell’enciclopedia libera da integrarsi direttamente nei telefoni, tramite accordi con gli operatori.

L’obiettivo dell’organizzazione è nello specifico quello di convincere i carrier ad includere i collegamenti a Wikipedia nei loro portali WAP e nei preferiti del browser utilizzato in ogni cellulare, nonché utilizzare il logo dell’enciclopedia nelle pubblicizzazioni e, ancora, promuovere un nuovo sito denominato Wikipedia Zero. L’intenzione è quella di spingere Wikipedia sulla via del mobile così da aumentare gli accessi e promuovere una libera informazione.

Nessun accordo sarebbe ancora stato stretto, ma a quanto pare Wikipedia si starebbe concentrando sul fornire tale tipo di accessibilità in paesi come India e Asia, per iniziare. Successivamente, qualora gli accordi andassero in porto, si penserà ad un’estensione in altri paesi. Considerando la crescita del settore mobile, in continua e rapida espansione, l’utenza sta utilizzando sempre meno i PC per la ricerca di informazioni, optando invece per i telefoni, più comodi e pratici. Wikipedia ha già un’applicazione per iPhone, un sito Web ottimizzato per la fruizione via mobile e un vecchio sito WAP, ma gli obiettivi futuri sono ben più ampi.

Gli operatori telefonici dovrebbero pertanto nei mesi seguenti utilizzare Wikipedia Zero, la versione ridotta del sito Web mobile privata di qualunque immagine, per consentire agli utenti un rapido accesso alle informazioni desiderate. La riduzione del traffico potrebbe consentire ai carrier di “offrire” il traffico da Wikipedia a costo zero, così come già proposto da Facebook in alcuni paesi in via di sviluppo. Per riuscirci, Wikipedia dovrà ottimizzare l’accesso alle informazioni rendendo quanto più rapido e “leggero” il download delle pagine. A quel punto i carrier potrebbero accettare la proposta ed impreziosire la propria offerta con accessi a traffico gratuito che l’utenza, sicuramente, gradirebbe.

Fonte: PaidContent • Notizie su: