QR code per la pagina originale

RIM, class action per i disservizi su Blackberry

Avviata una class action in Canada contro RIM e i disservizi su BlackBerry.

,

Così come molti presupponevano, la prima class action contro RIM è stata avviata. Porta la firma dello studio legale canadese Consumer Law Group e sarà depositata nei prossimi giorni presso la Corte Suprema del Quebec. Il motivo? L’ormai noto blocco dei servizi BlackBerry avvenuto dallo scorso 11 al 14 ottobre. Tanti i rischi per Research in Motion, che in un periodo di forte crisi potrebbe ritrovarsi a dover fronteggiare anche un eventuale risarcimento ai suoi utenti.

RIM non era riuscita a risolvere i disservizi su BlackBerry in tempistiche brevi e ciò aveva lasciato milioni di utenti in tutto il mondo privi dei servizi di connettività. Il danno economico non era indifferente, considerando anche che molti utilizzano i BlackBerry anche sul fronte aziendale. La società canadese aveva cercato di scusarsi offrendo ai consumatori 100 dollari di applicazioni gratuite, ma a quanto pare non è bastato come risarcimento. Risarcimento che l’azione legale mira a ottenere, o tramite la compagnia stessa o tramite i carrier mobile suoi partner.

RIM non ha voluto commentare la class action in quanto la mozione non è ancora arrivata fisicamente ai propri legali, ma si ritroverà ben presto a dover affrontare anche tale situazione. Un problema spinoso che coinvolge direttamente i propri consumatori: i giudici dovranno decidere se procedere con un risarcimento per i danni provocati agli utenti. Anche in Italia si ipotizza un’azione legale del genere, ma nel nostro paese il percorso delle class action è più difficile che in USA e Canada.

Notizie su: ,