QR code per la pagina originale

L’embed dei video dopo le novità SIAE

La SIAE interviene per specificare quando un embed di un video non è concesso.

,

Le ultime novità in termini di copyright imposte dalla SIAE che hanno già fatto discutere, coinvolgono direttamente anche l’embed di filmati di YouTube. Chi offre il codice non si assume infatti le responsabilità né per i contenuti, né per l’uso che ne verrà fatto. Sta tutto in mano all’utente che decide di copiare e incollare dei codici embed sul proprio sito.

Grazie al chiarimento fornito dalla dott.ssa Stefania Ercolani, a capo dell’ufficio Multimedialità della SIAE, è possibile capire cosa rischiano gli utenti che “embeddano” un filmato sul proprio blog/sito, e quando questo è oggettivamente permesso.

L’embed viene dunque autorizzato quando l’autore della colonna sonora partecipa al programma Content ID e il codice è incluso all’interno di una pagina non commerciale. Al contrario, se il sito (o blog) ospita uno spazio AdSense rientra inevitabilmente nel novero dei siti commerciali, quindi non è autorizzato a utilizzare codici embed da YouTube senza un’ulteriore licenza.

La SIAE specifica comunque che userà il buon senso e non andrà a perseguire quindi semplici blogger che sfruttano il codice embed in buona fede. Tuttavia, la legge è lì pronta a essere utilizzata nel caso ce ne fosse bisogna, e da ora in avanti tutti i naviganti devono avere la consapevolezza del rischio che si potrebbe correre quando si prendono i codici embed di un filmato.

Notizie su: