QR code per la pagina originale

Adobe getta la spugna: addio al mobile per Flash

Adobe dice addio al Flash Player per dispositivi mobile. Lo sviluppo sarà dismesso, mentre saranno rilasciati update di sicurezza per le attuali versioni.

,

La lunga battaglia tra Adobe ed Apple, combattuta con continui botta e risposta con il Flash Player al centro della diatriba, può dirsi sostanzialmente conclusa con una vittoria per la società di Cupertino. Secondo quanto riportato da ZDNet, infatti, Adobe avrebbe deciso di abbandonare definitivamente lo sviluppo della tecnologia Flash in ambito mobile, dando così ragione a quanto sostenuto in diverse occasioni dall’ex CEO di Apple, Steve Jobs.

La tecnologia Flash non sarà dunque più al centro delle attenzioni di Adobe per quanto concerne il comparto mobile: il nuovo punto di riferimento per la società in tal senso sarà Air, su cui verranno concentrati tutti gli sforzi per far sì che gli sviluppatori di tutto il mondo possano avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per realizzare applicazioni destinate al più ampio numero di piattaforme operative possibile. Adobe Air sostituirà dunque il Flash Player ed ogni elemento ad esso connesso, con l’intenzione di farsi largo nel mondo mobile nel corso dei prossimi mesi.

Adobe cesserà quindi di sviluppare nuove edizioni del Flash Player dedicate a piattaforme e browser non ancora supportati, mentre poco cambierà per le versioni finora rilasciate: benché non saranno più introdotte nuove funzionalità e caratteristiche, infatti, il gruppo statunitense proseguirà la propria opera di correzione di bug e vulnerabilità critiche, permettendo ai possessori di dispositivi Android e del tablet PlayBook di utilizzare normalmente Flash senza temere per la propria sicurezza.

Dopo aver difeso per lungo tempo la propria tecnologia, insomma, Adobe getta definitivamente la spugna, senza tuttavia scrivere la parola fine in maniera definitiva: le licenze con cui sono distribuiti alcuni componenti del Flash Player, infatti, permettono a terzi di realizzare proprie implementazioni di tale strumento, motivo per cui la società ha sottolineato come nel tempo potrebbero far capolino nuovi progetti in grado di mantenere in vita Flash in ambito mobile. Ma è ormai chiaro il fatto che si tratti di una strada chiusa, dichiaratamente senza sbocco.

Fonte: ZDNet • Notizie su: