QR code per la pagina originale

FBI, fermata una botnet da 4 milioni di PC

FBI, Polizia Estone e Trend Micro mettono a segno un grosso colpo contro una banda di criminali informatici estoni. Sventata una grossa truffa.

,

L’FBI, in collaborazione con la Polizia Estone e il supporto di Trend Micro, è riuscita a mettere a segno il più grande colpo alla cyber criminalità mai registrato fino ad ora, sventando una truffa da ben 14 milioni di dollari. Grazie all'”Operation Ghost Click” è stata chiusa la più grande rete di botnet mai scoperta, una rete che si basava su un’infrastruttura composta da più di 100 server, messa dunque offline.

Il raid compiuto dall’FBI ha messo offline due data center a New York e Chicago e in contemporanea la Polizia Estone ha arrestato diverse persone a Tartu. Il gruppo criminale estone, conosciuto col nome di Rove Digital – una holding che comprendeva altre società come Esthost, Estdomains, Cernel e altre ancora – controllava ogni azione, a partire dall’infezione attraverso un malware, fino alla monetizzazione delle reti infette. Soltanto un’operazione coordinata ha permesso di portare al fermo dei responsabili ed allo stop delle azioni maligne su milioni di utenti.

Il malware reindirizzava automaticamente gli utenti dei computer infettati verso altre pagine web o alla visione di messaggi pubblicitari che generavano entrate per i criminali, il tutto mentre cercavano di accedere a siti popolari e frequentati quali ad esempio iTunes o Netflix. Gli uomini responsabili delle azioni criminali avevano messo in piedi un’operazione massiccia e sofisticata che ha infettato almeno quattro milioni di computer in oltre 100 Paesi: quasi 500 mila di tali computer si trovavano negli Stati Uniti e almeno 10 appartengono alla NASA.

Rik Ferguson, esperto mondiale di minacce Trend Micro ha commentato: « Questa azione rappresenta il più grande colpo inferto alla cyber criminalità della storia. Sei persone sono state arrestate grazie alla cooperazione internazionale delle Forze dell’Ordine e all’intelligence fornita da Trend Micro. Più di 4 milioni di vittime in più di 100 paesi sono state salvate dall’influenza maligna di questa botnet e un’infrastruttura di oltre 100 server criminali è stata smantellata».

Fonte: Trend Micro • Immagine: Popculturegeek.com • Notizie su: