QR code per la pagina originale

Bing non cresce, Google guadagna ancora

Dopo un anno, Bing non ha praticamente registrato margini di crescita, e Google continua a dominare. Microsoft mette in campo la sua Xbox 360.

,

Sono stati appena distribuiti gli ultimi dati da ComScore relativi ai motori di ricerca nel mese di ottobre. Negli Stati Uniti, Google continua a dominare nettamente con il 65,6% di share, una crescita del 0,3% da settembre.

Il dato più interessante che vogliamo analizzare in questo articolo riguarda invece la quota di mercato posseduta da Bing, il motore di ricerca made in Microsoft che stenta ancora a diventare un ostacolo pericoloso per la grande G. Lo share dei siti Yahoo!, che sono appunto alimentati da Bing, è calato al 15,2%, contro il 15,5 di settembre. I siti Microsoft hanno guadagnato invece un centesimo percentuale, portandosi a 14,8%.

Quello da sottolineare è però l’andamento nel lungo periodo. Analizzando le statistiche da novembre 2010 a oggi emerge infatti come il picco negativo di Google si è registrato nel mese di agosto, quando la quota è scesa al 64,8% salvo risalire poi a settembre e ottobre. Proprio in piena estate il duo Yahoo-Microsoft aveva raggiunto il suo picco massimo, per scendere nuovamente con l’arrivo dell’autunno.

Se questa tendenza continuerà, a novembre Google tornerà esattamente dove si trovava un anno fa, per niente intaccato dagli sforzi di Bing che potrebbe superare a fatica il 30%. Microsoft ha speso più di 5 miliardi di dollari per potenziare il suo segmento online nell’ultimo anno. Il fatturato è stato però di appena la metà.

Nonostante questi sforzi, la crescita di Bing sarà quindi praticamente nulla, e non è un caso allora che Redmond stia provando la mossa definitiva: portare con l’imminente aggiornamento il suo motore di ricerca sulla console Xbox 360, che vanta oggi quasi 60 milioni di unità installate in tutto il mondo. Basterà per ostacolare Google?

Fonte: Business Insider • Notizie su: