QR code per la pagina originale

Windows 8 segnerà la fine di Windows 7?

Le aziende aspettano l'uscita di Windows 8 per aggiornare i propri sistemi. Ciò ridurrà le vendite di Windows 7.

,

Windows 8 rappresenterà un punto di partenza per Microsoft che dovrebbe finalmente incrementare la sua presenza sul mercato dei tablet, grazie alla nuova interfaccia Metro del sistema operativo. I gradi produttori, ASUS, HP, Dell, Samsung e Lenovo, hanno annunciato il pieno supporto a Windows 8 che, in base alle ultime indiscrezioni, sarà in commercio per la fine del terzo trimestre 2012. La domanda a questo punto è d’obbligo: Windows 7 è già sul viale del tramonto?

I normali utenti di PC trovano Windows 7 sui prodotti attualmente in vendita nei negozi e dunque non aspetteranno certamente l’arrivo Windows 8 prima di acquistare un nuovo computer desktop o notebook. Il dubbio proviene dal settore enterprise: molte aziende utilizzano ancora Windows XP, ma invece di effettuare l’upgrade a Windows 7, attendono il lancio di Windows 8.

Aggiornare il parco macchine richiede un investimento enorme, anche se Microsoft ha dichiarato che tutti i computer attuali possono funzionare senza problemi con il prossimo sistema operativo. Le aziende però potranno trarre numerosi benefici dall’installazione di Windows 8. Oltre alla possibilità di aumentare l’uso in mobilità con tablet e ultrabook, Windows 8 integra diverse tecnologie di sicurezza, tra cui il famigerato Secure Boot, e l’ambiente di virtualizzazione Hyper-V.

Windows 7 compirà tre anni quando arriverà il suo successore e per quella data dovrebbe vendere un totale di 680 milioni di copie. Si tratta di un numero molto alto, ma le aziende si riverseranno in massa su Windows 8, per cui sarà inevitabile il declino dell’attuale sistema operativo. Microsoft però potrà contare sugli utenti consumer che non accetteranno la nuova interfaccia Metro di Windows 8 e continueranno ad acquistare PC con Windows 7, almeno finché rimarrà in commercio.

Notizie su: