QR code per la pagina originale

Facebook invaso da immagini porno e violente

Un attacco spam ha colpito Facebook sfruttando una vulnerabilità del browser.

,

Nelle ultime ore il noto social network è stato invaso da un’enorme quantità di immagini con contenuti pornografici, violenti e brutali. Dopo aver investigato sull’accaduto, Facebook ha comunicato che si è trattato di un attacco spam coordinato sfruttando una vulnerabilità del browser.

L’azienda di Palo Alto non ha specificato il nome del browser, ma ha disattivato le pagine e gli account compromessi per approfondire la questione. Molti utenti hanno lamentato la presenza di immagini pornografiche e violente sulla propria bacheca, dichiarando di non aver cliccato il pulsante “Mi piace”. Altri invece hanno ricevuto messaggi contenenti link a video o foto.

Questi tipi di contenuti sono abbastanza usuali su Facebook, ma negli ultimi giorni il loro numero è aumentato esponenzialmente. L’attacco spam è partito quando un utente ha eseguito un codice JavaScript nella barra degli indirizzi del browser, innescando la condivisione delle immagini sul social network. L’azienda non ha fornito il numero di account compromessi, ma è al lavoro per individuare con esattezza la vulnerabilità.

Alcuni ipotizzano che l’attacco sia stato pianificato dal gruppo di hacktivisti Anonymous, anche se non è arrivata nessuna rivendicazione in tal senso. Per adesso l’unica soluzione è modificare la password di login, eliminare le applicazioni indesiderate ed effettuare una scansione completa del PC con un antivirus aggiornato alla ricerca di malware, come virus, trojan o keylogger.

Notizie su: