QR code per la pagina originale

Pink Floyd e Sting debuttano sull’App Store

Pink Floyd e Sting sono i primi artisti a proporre applicazioni interattive sull'App Store, per iPad e iPhone

,

Il legame tra i dispositivi portatili Apple e il mondo della musica ha da sempre rappresentato uno dei punti di forza per il business di Cupertino. iTunes, nel corso degli anni, ha saputo rivoluzionare il mercato del download digitale di brani e album, ma alcuni artisti come Pink Floyd e Sting (Police) si sono spinti oltre, arrivando a proporre sulle pagine dell’App Store applicazioni interattive destinate ai display di iPhone, iPad e iPod touch.

La band britannica, tra le più importanti dell’intero panorama rock fin dalla fine degli anni ’60, propone per il download il software This Day in Pink Floyd al prezzo di 2,39 euro. Al suo interno note biografiche, una raccolta di immagini, oltre 200 quiz, filmati, sfondi e una suoneria.

L’applicazione ripercorre la carriera del gruppo, dalla fondazione con Syd Barrett al subentro di David Gilmour alla chitarra, che insieme a Roger Waters, Nick Mason e Richard Wright ha formato negli anni a venire il nucleo portante della formazione, dando vita a dischi che capaci di lasciare un’impronta indelebile nella storia, come “The Dark Side of the Moon”, “Wish You Were Here” e “The Wall”. Il tutto con un’interfaccia ottimizzata per i device iOS.

Sting 25 è invece la proposta gratuita lanciata sull’App Store dal bassista, cantante e attivista inglese, che per l’occasione si è esibito live in un Apple Center di New York eseguendo il brano “Fragile” e dedicandolo a Steve Jobs, definendolo come una figura che, in un modo o nell’altro, ha contribuito a creare il nostro futuro.

Notizie su: