QR code per la pagina originale

Symbian, dopo Belle ci saranno Carla e Donna

Nokia continua a scegliere nomi femminili per le prossime versioni di Symbian: dopo Belle arriveranno Carla e Donna.

,

Il progetto Symbian continua a puntare con decisione sui nomi femminili: secondo quanto emerso da alcune fonti vicine a Nokia, infatti, la società finlandese avrebbe già scelto i nomi per le due prossime edizioni del proprio sistema operativo mobile. Dopo Belle, dunque, ecco in arrivo Carla e Donna, per fornire alla piattaforma un accento fortemente femminile per proseguire la propria rincorsa ad iOS e Android.

Symbian Carla potrebbe portare con sé aggiornamenti per il browser predefinito, il quale giungerebbe così alla versione 8.0, la possibilità di sfruttare la tecnologia Dolby Virtual Surround ed una serie di nuovi widget con i quali arricchire l’interfaccia grafica del proprio dispositivo. La novità principale, però, potrebbe essere rappresentata dall’introduzione del supporto alla tecnologia Near Field Communication, permettendo così di realizzare smartphone in grado di comunicare con altre periferiche mediante tale standard.

Per quanto concerne Symbian Donna, invece, al momento non sono disponibili particolari dettagli, se non informazioni ancora piuttosto vaghe sulla possibilità di un utilizzo a bordo di dispositivi dotati di processore dual-core. Secondo alcune indiscrezioni, poi, Donna potrebbe essere l’ultima iterazione della piattaforma mobile targata Nokia che ha fatto la storia della telefonia mobile agli inizi del decennio: dalla Finlandia sono subito giunte le smentite di rito su tale ipotesi, la quale potrebbe tuttavia continuare a restare in piedi nel corso dei prossimi mesi.

Nokia, insomma, non abbandona il progetto Symbian, almeno per il momento. Il futuro della società di Espoo è ancora piuttosto ingarbugliato, con Windows Phone nel ruolo di attore principale in un’opera il cui copione deve essere ancora terminato. Restano quindi forti dubbi sulla possibile coesistenza dei due sistemi operativi a bordo dei terminali Nokia, soprattutto qualora WP7 dovesse raggiungere il successo sperato e nel frattempo Symbian continuare il proprio declino.

Fonte: Electronista • Notizie su: