QR code per la pagina originale

V.me, il portafogli digitale di Visa

Visa ha lanciato V.me, la piattaforma di pagamenti online in stile PayPal, che semplifica il sistema di accesso tramite un nome utente ed una password

,

I grandi nomi delle carte di credito stanno pianificando gradualmente un passaggio verso il portafogli digitale: l’obiettivo è quello di rendere più semplice il sistema di pagamenti. Tra le varie aziende, Visa ha deciso di lanciare un nuovo servizio, chiamato V.me e disponibile a partire dai primi mesi del 2012, ovvero subito dopo le vacanze.

Si tratta di un sistema simile a quello già avviato da PayPal, Amazon e American Express, utile per lo shopping online, oppure utilizzabile con un’applicazioni per smartphone o tablet: all’utente basta inserire un nome utente ed una password, invece di un numero di 16 cifre. Non è necessaria neanche una carta di credito Visa, poichè il servizio è disponibile anche per altre carte.

Secondo quanto dichiarato da Jennifer Schulz, responsabile Visa per prodotti, strategia e innovazione, V.me può essere finanziato anche tramite fonti esterne, per cui l’azienda ha voluto evocare il nome Visa, senza però nominarlo. E per promuovere e diffondere V.me, Visa presenterà il Visa Developer Center, ovvero la piattaforma che permetterà di coinvolgere gli sviluppatori di tutto il mondo, aprendo le porte a scenari futuri di ampio respiro.

In un periodo di transizione nel sistema di pagamenti online, sembra che PayPal stia iniziando ad avere i primi seri concorrenti. Il vantaggio è tutto diretto agli utenti, che potranno così sperimentare nuovi sistemi di pagamento. Il mondo dei portafogli digitali, insomma, si appresta a vivere una nuova fase della propria storia, con nomi ormai noti da tempo e startup di ogni dove pronte ad offrire soluzioni innovative per gli utenti.

Fonte: Slashgear • Via: AllThingsD • Notizie su: