QR code per la pagina originale

Google+, piovono novità per utenti ed aziende

Una carrellata di novità è in arivo all'interno di Google+, come il riconoscimento facciale e nuovi strumenti per la gestione delle Pagine.

,

È un periodo piuttosto caldo per Google+: il social network di Mountain View ha vissuto nelle ultime settimane una serie di rilasci di nuove feature e strumenti in grado di ampliare il ventaglio di possibilità a disposizione degli iscritti e la situazione sembra destinata a proseguire. Negli ultimi giorni sono diverse le novità annunciate in maniera più o meno ufficiale dal colosso delle ricerche: si parte dal riconoscimento facciale e si arriva ai trend più seguiti, passando attraverso la possibilità di impostare più amministratori per la stessa Pagina.

Caricando una nuova fotografia sul portale in salsa social della società californiana sarà dunque possibile utilizzare uno strumento in grado di riconoscere automaticamente gli eventuali volti presenti e di associarli ad una delle persone appartenenti alle proprie Cerchie di amici. Tale feature sarebbe dunque la naturale evoluzione di quella già presente in Picasa ed il frutto dell’acquisizione di PittPatt durante la scorsa estate. Come nel caso di Facebook, però, restano da valutare gli eventuali rischi per la privacy degli utenti, argomento di primaria importanza nell’introduzione di una simile funzione in un social network che mira a raggiungere un ampio numero di utenti nel corso del tempo.

Per quanto riguarda la gestione delle Pagine, invece, presto sarà possibile concedere diritti di amministrazione ad altri iscritti al portale di Mountain View ed eventualmente trasferire ogni potere ad un’altra persona. Tali funzionalità saranno disponibili a breve, come confermato da un portavoce del colosso delle ricerche, il quale ha inoltre evidenziato come tra le principali richieste degli utenti vi sia anche l’integrazione con Checkout, la quale farà anch’essa capolino a breve sul social network di “Big G”, soprattutto per favorire le donazioni nei confronti delle Nonprofit.

Alcuni iscritti hanno poi segnalato la comparsa di un box nella pagina contenente i risultati delle ricerche il quale mostra alcuni degli argomenti di discussione più “caldi” negli ultimi periodi, basato probabilmente sul sistema di hashtag recentemente introdotto dagli ingegneri della società. Google+, insomma, è più attivo che mai, con i laboratori di Mountain View che giorno dopo giorno sfornano nuove feature e caratteristiche per alzare l’asticella della qualità del social network.

Notizie su: ,