QR code per la pagina originale

La banda larga in Italia non è poi così larga

La situazione della banda larga in Italia grazie a uno speed test di SOS Tariffe.

,

Uno speed test effettuato dal sito SOS Tariffe ha permesso di avere una panoramica generale sulla qualità della banda larga in Italia, mettendo in evidenza, tramite numeri e dati ben precisi, se le numerose lamentele sulle connessioni Internet che gli internauti italiani postano quotidianamente su forum e blog corrispondano a realtà.

Secondo i dati raccolti e pubblicati nel report pare proprio che moltissime delle proteste degli utenti siano giustificate. Infatti, nonostante i provider offrano una vasta gamma di offerte, con velocità di navigazione promesse che variano da un massimo teorico di 7 Mb/s in download fino a 20 Mb/s, le velocità effettivamente raggiunte da moltissimi clienti sono ben inferiori a quanto promesso.

Lo studio in questione si è basato su 200.000 rilevamenti effettuati dagli utenti di 6.412 comuni italiani e ha avuto come obiettivo quello di verificare le reali prestazioni delle connessioni a banda larga, prendendo come punti di riferimento le linee ADSL delle offerte 7 Mega e 20 Mega.

In entrambi i casi, però, i dati emersi sono stati deludenti, mettendo in evidenza come le prestazioni reali delle connessioni 7 Mega risultino inferiori di circa il 50% rispetto a quanto dichiarato dagli operatori, con una velocità media di sia di 3,75 Mb/s, mentre per quelle a 20 Mega la situazione è ancora più problematica, tanto che la percentuale delle prestazioni reali si abbassa al 30% rispetto a quanto dichiarato nelle offerte commerciali, con una velocità media che, in questo caso, è di 7 Mb/s effettivi.

Secondo le parole di Alberto Mazzetti, amministratore delegato di SOS Tariffe:

Per le connessioni a 7 Mega, le velocità effettive di navigazione si attestano intorno ai 3.75 Mbps, con un andamento di lieve crescita rispetto all’inizio dell’anno, ma con una performance complessiva peggiore rispetto al 2010, anno in cui la velocità media si attestava intorno ai 4,08 Mbps. Per le connessioni a 20 Mega, le velocità effettive di navigazione si attestano intorno ai 7 Mbps scarsi, con un andamento altalenante delle performance e una lieve flessione della velocità media negli ultimi due mesi di rilevazioni.

Durante gli ultimi tempi si è quindi avuto un calo delle prestazioni generali, anche se entrando nel dettagli emerge che alcune regioni offrono linee notevolmente più performanti di altre. È questo il caso, ad esempio, della Valle d’Aosta, che per quanto riguarda l’ADSL 7 Mega offre una media di velocità reali pari a 4,294 Mb/s, che fa da contrappasso rispetto al Trentino Alto Adige, dove acquistare un abbonamento “fino a 7 Mega” equivale ad avere in media un collegamento reale di 3,452 Mb/s in download.

In questo contesto non sono inoltre state considerate tutte quelle zone in cui la copertura ADSL è assente e tutte le aree del progetto “anti digital divide” in cui la connessione massima arriva 640 Kb/s, a conferma che per quanto riguarda l’accesso al Web in Italia c’è ancora molto da lavorare e che l’ausilio di fondi pubblici per creare una rete di nuova generazione è assolutamente fondamentale.

Notizie su: