QR code per la pagina originale

HTC, calano le previsioni di vendita

HTC deve fare i conti con la crisi ed annuncia un calo nelle vendite. S3 Graphics nel frattempo è stata sconfitta da Apple in tribunale.

,

Dopo diversi anni sulla cresta dell’onda, con vendite caratterizzate da continui aumenti di trimestre in trimestre, anche HTC deve arrendersi alla crisi economica mondiale e, inoltre, alla continua concorrenza da parte di Apple ed altre società attive nel mercato della telefonia mobile. Il gruppo taiwanese ha infatti annunciato che le precedenti previsioni riguardanti il quarto trimestre 2011 non risultano esser più valida alla luce dei dati registrati nelle ultime settimane.

Tali previsioni parlavano infatti di un +23% in termini di vendite, mentre i profitti sarebbero dovuti aumentare del 28%. I nuovi dati raccolti dalla società prevedono invece introiti economici vicini a quelli dello stesso periodo del 2010, quando HTC ha potuto incamerare una cifra vicina ai 3,4 miliardi di dollari. Il tutto, però, non spaventa il produttore asiatico, i cui vertici confidano in una rapida ripresa nel corso del primo trimestre del 2012, durante il quale il gruppo dovrebbe tornare a viaggiare a gonfie vele.

Le cattive notizie per il colosso taiwanese non finiscono tuttavia qui: nella giornata di lunedì, infatti, l’International Trade Commission si è opposta alla denuncia lanciata da S3 Graphics nei confronti di Apple per la presunta violazione di alcuni brevetti. La situazione, inizialmente favorevole ad S3 Graphics, ha spinto HTC ad acquisire il gruppo per circa 300 milioni di dollari al fine di migliorare la propria posizione nei confronti del gigante di Cupertino nella lotta legale contro quest’ultima, ma la notizia in questione rende l’intera operazione meno conveniente in termini di brevetti di quanto inizialmente auspicabile.

La sconfitta in tribunale da parte di S3 Graphics potrebbe tuttavia giocare in favore di HTC, la quale ha comunque intenzione di terminare un’acquisizione che a questo punto potrebbe essere concluso ad un prezzo sensibilmente più basso rispetto a quello pattuito in passato. Il gruppo taiwanese potrebbe dunque sfruttare l’occasione per arricchire di nuove tecnologie i propri dispositivi, alzando l’asticella della qualità dei propri prodotti.

Fonte: Bloomberg • Immagine: Vittorio Pasteris • Notizie su: