QR code per la pagina originale

Max Payne 3: Rockstar parla di armi, ambientazioni e animazioni

Animazioni e nuove meccaniche alla base del terzo capitolo di Max Payne

,

Nel corso di una recente intervista, Rockstar Games ha rivelato alcuni nuovi dettagli sul gameplay e sulla realizzazione delle animazioni in Max Payne 3.

Le prime novità riguardano il meccanismo di puntamento delle armi e la relativa precisione che ne deriva. È stata infatti introdotta una telecamera posizionata sulla spalla sinistra del protagonista, attivabile per una maggiore precisione, a scapito però di una mobilità ridotta. A questa sono state inoltre aggiunte nuove meccaniche di copertura, che dovrebbero rendere le sparatorie frenetiche ma allo stesso tempo realistiche.

Un’altra novità introdotta, è il Last Man Standing: se il protagonista ha dell’antidolorifico a portata di mano, quando la sua salute raggiunge lo zero, non morirà immediatamente, ma avrà a disposizione alcuni secondi, che scorreranno al rallentatore, per continuare a sparare ed eventualmente eliminare il nemico che gli ha inferto il colpo fatale. Se riesce in questo obiettivo, guadagnerà una piccola quantità di salute, scampando alla morte.

I programmatori stanno inoltre lavorando con grande attenzione nel realizzare le animazioni e le relative interazioni con gli ambienti circostanti. Sarà molto diverso, ad esempio, cadere su un pavimento di mattoni rispetto al tetto di un autobus o su una superficie in legno. Il giocatore dovrà porre grande attenzione all’ambientazione, dal momento che potrebbe rivelarsi decisiva, o fatale, nel portare a termine determinati obiettivi.

Nonostante Max Payne 3 sia mosso dallo stesso motore grafico di Grand Theft Auto IV e di Red Dead Redemption, Euphoria, Rockstar assicura che i miglioramenti rispetto ai due titoli appena citati saranno molteplici e tangibili. L’uscita del titolo è prevista per il mese di marzo 2012, su Xbox 360, PlayStation 3 e PC.

Notizie su: