QR code per la pagina originale

Ninja Gaiden 3 sarà un bagno di sangue

Team Ninja parla della brutalità di Ninja Gaiden 3

,

Ninja Gaiden 3 sarà un gioco che lascerà davvero poco spazio o soddisfazione ai moralisti o ai giocatori più “buoni”. Intervistato da Siliconera, Yosuke Hakashi del Team Ninja ha parlato della filosofia del threequel della famosa saga action, che confermerà, se non addirittura espanderà, quella violenta dei primi due capitoli.

“Un eroe oscuro mira a fare cose giuste, ma a volte per ottenerle deve commettere atti non propriamente candidi. Vogliamo che giocando a Ninja Gaiden 3 l’utente riesca a immedesimarsi in Ryu Hayabusa e uscirne metaforicamente con le mani insanguinate. Se ci fosse necessità di uccidere un nemico brutalmente andrà fatto, pena la rottura della combo”, ha spiegato.

Sostanzialmente, il giocatore non dovrà risparmiarsi alcun colpo, neanche quello più brutale. Per questo Hakashi ama definire Ninja Gaiden 3 come una “esperienza per un pubblico maturo. Non solo spettacolo, vogliamo che il giocatore capisca come Ryu rinunci a molte cose pur di arrivare all’obiettivo”.

Ha concluso, “vogliamo davvero che questo pubblico maturo, al quale ci rivolgiamo, viva Ninja Gaiden 3 come un’esperienza, prima di un gioco”. Il titolo, si ricorda, è atteso per il 2012 su PlayStation 3 e Xbox 360, con una versione per Wii U a seguire.

Notizie su: