QR code per la pagina originale

Facebook, status no limits

Facebook si allontana da Twitter proponendo aggiornamenti di stato lunghi dodici volte in più del passato. Il limite ora è di 63.206 caratteri.

,

Facebook ha annunciato in giornata di aver incrementato il limite di caratteri all’interno di un aggiornamento di stato portandolo a oltre 60.000 dai 5.000 precedenti. Salta all’occhio fin da subito la fondamentale differenzia rispetto a Twitter, il social network che sui 140 caratteri ha improntato l’intero ritmo della propria comunicazione.

Adesso a seconda della lunghezza dello status verrà visualizzata una frase ipertestuale che permetterà di leggere il resto del contenuto, così come accade già per i commenti troppo lunghi. Josh Constine, un giornalista di TechCrunch, ha osservato che effettivamente il limite si attesta adesso a 63.206 caratteri, quindi già 3.000 oltre i 60.000 annunciati da Facebook nella propria comunicazione.

Ovviamente un aggiornamento di stato più lungo permetterà al social network di Zuckerberg di differenziarsi in maniera ancora più netta dai cinguetii di Twitter. Questo probabilmente cambierà anche il modo di utilizzare Facebook: aggiornamenti di stato così lunghi potrebbero ipoteticamente servire ad esempio a scopi didattici (si pensi a un professore che offra approfondimenti direttamente sul social network) e comunque cambiano i “format” disponibili e le utilità funzionali dei contenuti immessi. Insomma, le possibilità si moltiplicano.

Sarà interessante inoltre vedere come l’algoritmo che determina il posizionamento dei post nella bacheca delle notizie gestirà gli aggiornamenti di stato più lunghi, poiché un contenuto maggiormente carico di informazioni potrebbe essere al tempo stesso maggiormente qualitativo, ma anche maggiormente “ostico” alla lettura. E procedendo di questo passo il limite sarà del tutto perduto, consentendo di pubblicare qualcosa che non potrà più essere semplicemente denominato “aggiornamento di stato”.

Fonte: Inside Facebook • Notizie su: