QR code per la pagina originale

La TV Apple si farà, parola di Gene Munster

La Apple TV si farà: l'analista di mercato Gene Munster conferma la propria ipotesi riguardante un apparecchio televisivo targato Cupertino.

,

Gene Munster, analista da lungo tempo legato al marchio Apple ed ai prodotti della mela morsicata, è pronto a scommetterci: la società di Cupertino è attualmente all’opera sulla realizzazione di un apparecchio televisivo, il quale diventerà realtà nel corso del prossimo anno. Intervenuto nel corso dell’IGNITION: Future of Media, dunque, Munster ha ribadito le proprie ipotesi in merito al primo televisore targato Apple, aggiungendo nuovi dettagli.

Come suggerito da più fonti, tale apparecchio TV si distinguerà da quanto attualmente in commercio sotto diversi aspetti: per scegliere un canale, ad esempio, secondo Munster sarà possibile digitarne come da tradizione il numero oppure semplicemente scandirne il nome per far sì che la TV possa comprenderlo ed effettuare una rapida ricerca per mostrarlo all’utente. Importante sarà poi l’integrazione con il mondo iOS, grazie alla possibilità di controllare il televisore tramite iPhone ed iPad, probabilmente anche mediante Siri.

A differenza di quanto prodotto finora, la TV Apple sarà disponibile in tagli di diverse dimensioni per coprire la più ampia fetta di mercato possibile e ciascun modello sarà caratterizzato da un costo sensibilmente superiore rispetto alle alternative realizzate da altre aziende, probabilmente per mantenere alti i margini di guadagno. Quest’ultimo aspetto potrebbe rendere maggiormente appetibile l’attuale Apple TV distribuita come box esterno da collegare alla propria TV, soprattutto qualora dovesse giungere nei prossimi mesi un update, come suggerito dall’ultima beta di iOS 5.1

Secondo le previsioni di Munster, poi, l’arrivo sul mercato della prima TV realizzata da Apple, la quale dovrebbe con ogni probabilità permettere di accedere ai tradizionali contenuti trasmessi via etere oltre che a quelli in streaming web, dovrebbe avvenire entro la sessione natalizia del 2012, proiettando la società di Cupertino in un settore nel quale la concorrenza teme già una nuova colonizzazione da parte della mela morsicata.

Fonte: Business Insider • Notizie su: